San GiovanniToday

Furio Camillo, viale ripristinato a regola d'arte: "Per i sottoservizi abbiamo predisposto una task force"

Alla posa dei sottoservizi è corrisposto un rapido ed efficiente lavoro di sistemazione del marciapiede. Assessore Vivace (M52): "Stiamo creando un ufficio in grado di seguire puntualmente il ripristino del manto stradale"

La sistemazione del marciapiede di viale Furio Camillo tiene. Abbandonate le “basaltine ballerine”, il Municipio ha optato per la posa del più pratico bitume. Una scelta pragmatica anche in funzione della sua manutenzione. Come si è dimostrato nel corso dell’ultima settimana, quando ai lavori per la posa dei cavi telefonici, è corrisposta una rapida sistemazione del marciapiede.

UN INTERVENTO ESEMPLARE - “Su viale Furio Camillo c’è stato un intervento d’urgenza della Telecom – spiega l’Assessore municipale ai lavori pubbici Salvatore Vivace – è stato eseguito e poi si è provveduto a ricoprire la buca con uno strato di terra”. Come si vede nella foto, nel caso del “primo” intervento. A cui è però succeduto immediatamente un secondo, che ha restituito ai cittadini un marciapiede intonso. “Il nostro ufficio tecnico ha seguito le operazioni, finalizzate ad un ripristino che fosse realmente a regola d’arte. Quindi, dopo la posa, si è provveduto con una doppia bitumatura. Noi il marciapiede lo avevamo rifatto così e quindi la ditta ha operato per garantire un lavoro a regola d’arte: prima una colata e poi il tappetino bitumoso”.

LA TASK FORCE - La sistemazione di viale Furio Camillo, per quanto possa sembrare banale, da il via ad un nuovo modus operandi. “L’intervento è stato fatto nei tempi giusti – sottolinea Vivace – la ditta poteva eseguirlo tra il 17 ed il 24 febbraio, ma si sono adoperati per rifarlo subito. E’ così che dovrebbe funzionare sempre, questa dovrebbe essere la regola”. E lo sarà. “Abbiamo deciso d’instituire una sorta di task force. Già oggi è presente in Municipio un ufficio che si occupa di far applicare il regolamento sui cavi. Noi puntiamo a realizzare, a stretto giro, un ufficio ad hoc con persone in grado di seguire tutte le buche aperte nel territorio. Vogliamo che sia fatto ‘a vista’ – spiega l’Assessore – perché alla posa dei cavi, corrisponda un ripristino a regola d’arte. Come nel caso di Furio Camillo”. Il decoro ed anche la sicurezza stradale, passano dunque per una riorganizzazione degli uffici.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vigili nella bufera, Raggi guarda Report e decide di ruotare gli agenti. In bilico il comandante Napoli

  • Primark inaugura a Roma: lunghe file dalle prime ore del mattino

  • Roma, la mappa del contagio dell'ultimo mese: ecco i municipi e i quartieri con più casi

  • Apre Maximo Shopping Center, un nuovo centro commerciale a Roma: 160 negozi sulla Laurentina. Grande attesa per Primark

  • La pasticceria di Roma premiata con "Tre Torte" dal Gambero Rosso: è tra le migliori d'Italia

  • Incidente sulla Pontina: l'auto ha un'avaria, lui scende e viene investito da un tir. Morto 43enne

Torna su
RomaToday è in caricamento