San GiovanniToday

Appio Latino: con sacchi e rastrelli per salvare Villa Lais

Organizzata per domenica una raccolta firme per chiedere la chiusura notturna e la manutenzione del parco. Ma anche una giornata di pulizie partecipate, per difendere il "bene comune" dal crescente degrado

Mancanza di manutenzione e illuminazione pubblica funzionante a metà.  Villa Lais è sotto assedio.  Il degrado questa volta, non ha neppure bisogno di bussare alla porta. I cancelli restano infatti spalancati, anche di notte. Ed il parco,  sede capitolina dei matrimoni civili, è tornato ad essere un bersaglio facile. I residenti però non sembrano disposti ad accettare questa deriva, e si stanno organizzando.

LE RICHIESTE - Domenica 19 ottobre, alle ore 9 e trenta, saranno allestiti due banchetti per sensibilizzare gli altri abitanti del quartiere. All’ingresso di piazza Cagliero e nel vialetto vicino l’area bimbi, saranno infatti raccolte le firme per chiedere la sorveglianza e la chiusura serale. Non solo. I cittadini vogliono che le istituzioni si adoperino per garantire una pulizia più frequente. E, non certo meno importante, che si provveda alla riparazione ed alla successiva manutenzione dei lampioni.

I PROBLEMI - “Da luglio la villa non viene più chiusa la sera dando vita ad atti vandalici a pernottamenti – hanno scritto in una lettera, gli Amici di Villa Lais -  con i noti risultati di degradazione, sporcizia e pericolosità. La pulziia ed il giardinaggio non viene più fatto. L’impianto di illuminazione idi metà della villa non funziona e attualmente il buio la fa da padrone. Il bene pubblico va in rovina  e  continuiamo a sperperare i soldi investiti nella riqualificazione della villa fatta qualche anno fa”.

IL BENE COMUNE - Fatte queste premesse, lanciando lo slogan di “Facciamo Villa Pulita” i volontari, che suggeriscono di vestirsi in “gillet rifrangente”, cercheranno di stimolare la partecipazione degli altri residenti. L'obiettivo è nobile: recuperare il bene comune. Pertanto, come già fatto anche dal Comitato Villa Lazzaroni, sacchi, rastrelli, guanti e palette, continuano ad essere i benvenuti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Colonna di fumo invade il Raccordo Anulare, chiuso in entrambe le direzioni

  • Sciopero 25 settembre: a Roma metro e bus a rischio per 24 ore

  • Elezioni comunali 2021: Federico Lobuono si candida a sindaco di Roma

  • Sciopero Roma: oggi metro, bus e tram a rischio per 24 ore. Gli orari

  • Coronavirus, a Roma 141 casi: è il dato più alto da inizio pandemia. Nel Lazio 238 contagi. Il bollettino del 22 settembre

  • Coronavirus Roma, studenti positivi a Nuovo Salario e Acilia. Sanificato plesso a Tor de' Schiavi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento