rotate-mobile
Sabato, 27 Novembre 2021
Appio Latino Appio Latino / Via dell'Almone

Appia Antica: prorogata la permanenza degli “sfasciacarrozze”

Il trasferimento degli autodemolitori dovrà attendere il "piano di delocalizzazione". Nel frattempo la Giunta Marino proroga l'autorizzazione di un anno, "con riserva di estenderle fino al 31 dicembre 2015"

Arrivano addirittura al dicembre 2015 la autorizzazioni provvisorie per gli autodemolitori capitolini che potrebbero essere oggetto di delocalizzazione. La delibera di Giunta 181 di Roma Capitale lascia infatti poco scampo alle interpretazioni. Il sospirato trasferimento degli “sfasciacarrozze” dunque, sembra dover attendere.

ANCORA PROROGHE - Nelle ultime settimane l’attenzione che la Giunta Marino  aveva riposto  sul tema degli autodemolitori aveva suscitato l’entusiasmo dei cittadini. L’approvazione delle linee guida era stato letto, dal Comitato Parco della Caffarella, come  “il primo grande risultato ottenuto dopo 14 anni di rinvii e proroghe”. Nonostante ciò, ancora di proroghe si parla.  

RESTANO AL POSTO LORO - La delibera approvata dalla Giunta Capitolina è molto chiara. “Nelle more dell’attuazione del Piano di delocalizzazione di Roma Capitale, si comunica l’avvio del procedimento amministrativo – leggiamo nel testo –  per l’autorizzazione provvisoria all’esercizio delle attività di autodemolizione  e rottamazione in scadenza alla data del 30 giugno 2014”.

AUTODEMOLIZIONI E AREE DI PREGIO - In sostanza, la proroga è arrivata insieme alla promessa di elaborare un piano di delocalizzazione.  Il periodo dell’autorizzazione andrà quindi dal 1 luglio 2014 al 30 giugno 2015, “con riserva di procedere ad un’estensione dell’autorizzazione fino al 31 dicembre 2015”. Per ora dunque gli “sfasciacarrozze”, nonostante i problemi evidenziati dal Comitato Parco della Caffarella, resteranno al posto loro. A due passi dai reperti archeologici e dalle risorse naturalistiche della Caffarella.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Appia Antica: prorogata la permanenza degli “sfasciacarrozze”

RomaToday è in caricamento