Giovedì, 23 Settembre 2021
Appio Latino Appio Latino / Via dell'Almone

Autodemolitori via dell’Almone: si va verso una nuova proroga

La Commissione Ambiente di Roma Capitale è tornata a confrontarsi sul destino degli autodemolitori romani. Si registrano novità, ma c’è la concreta possibilità che si arrivi ad una nuova proroga. Sarebbe la sedicesima

L’attenzione sul destino degli autodemolitori, cresce. A ridosso della scadenza del 30 giugno, data in cui termina la concessione dei terreni loro assegnati, si torna a ragionare sull’ipotesi di un loro eventuale trasferimento. Alcuni di questi infatti, sono localizzati all’interno di aree verdi che, in loro assenza, si potrebbe provare a valorizzare.

GLI AUTODEMOLITORI - Gli sfasciacarrozze più noti della Capitale, sono sicuramente quelli dislocati lungo via Palmiro Togliatti, dunque a metà strada tra due municipi. Non è un caso quindi se, nel corso della seduta svoltasi presso la Commissione Ambiente del Comune di Roma, siano intervenuti i rappresentanti di quei due enti di prossimità, vale a dire il Presidente del V Palmieri ed il Vicepresidente del VII Morgia. Completamente assente invece il Municipio VIII, nonostante sia direttamente interessato dall'annosa vicenda di un altro trasferimento mancato.

LA RICHIESTA DEI CITTADINI - Già perchè, mentre la Commissione Ambiente valutava il destino dei vari sfasciacarrozze romani, i cittadini stanno continuando a raccogliere firme per spostare quello di via dell’Almone. La Comunità Territoriale del VII Municipio ha infatti attivato una petizione online per chiedere “Nessuna proroga alla delocalizzazione degli autodemolitori” già sottoscritta da 500 persone. Nella raccolta firme, attivata su change.org., si fa esplicito riferimento a quello in via dell’Almone (tra il Municipio VII e VIII)  che fu vittima di un incendio del 2009 durato quattro giorni. “Si chiede quindi di non concedere un'ulteriore proroga alla delocalizzazione degli autodemolitori  - si legge nel testo della petizione - ma di provvedere immediatamente  ad iniziare la loro delocalizzazione a partire da quelli situati in prossimità di zone di particolare pregio ambientale e culturale”.

UNA NUOVA PROROGA - Nonostante le istanze espresse dai cittadini della Comunità Territoriale, l’orientamento del Campidoglio sembra sia quello di concedere un’ulteriore proroga. Anche se vanno registrate delle interessanti novità . In sede di Commissione Ambiente, si è infatti parlato di un terreno di proprietà comunale, in zona Osteria Nuova, dove potrebbero essere delocalizzati gli sfasciacarrozze di via dell’Almone, Capannelle e del Parco dell’Acqua Acetosa Ostiense. Servirà del tempo per farlo e dunque, è plausibile ritenere che si arriverà ad  una nuova proroga. La sedicesima.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Autodemolitori via dell’Almone: si va verso una nuova proroga

RomaToday è in caricamento