rotate-mobile
Giovedì, 2 Dicembre 2021
Appio Latino Appio Latino / Via Appia Antica

Appio Latino: si teme un’altra esondazione del fiume Almone

Ostruito da canne e rifiuti il ponte sul fiume Almone, fa temere una nuova esondazione nel parco della Caffarella. Sarebbe la seconda in poche settimane

Il maltempo e le piogge che hanno ripreso a manifestarsi, proseguiranno fino a venerdì. Una previsione che non fa stare sereni i residenti dell’Appio Latino e tutti quei cittadini che hanno a cuore le sorti della Caffarella. L’Almone infatti, potrebbe nuovamente esondare.

LA DIGA DI RIFIUTI - Una diga fatta di canne e rifiuti solidi, si è infatti formata sotto quelle che si mostrano, oggi, come le macerie di un ponticello. Parliamo dell'infrastruttura situata in prossimità della Fonte Egeria che, già da tempo, ha manifestato preoccupanti cedimenti. L'altro ponticello, a ridosso dell'ingresso di via Macedonia, per ora sembra versare in condizioni accettabili.

I RISCHI DELL' ESONDAZIONE - L’ultima esondazione del fiume sacro per i Romani, comportò un dissesto ecologico nel bellissimo parco della Caffarella, che si riempì di liquami e rifiuti. Fu temporaneamente compromessa anche la viabilità su via Appia Antica, fino a Porta San Sebastiano. Ma le conseguenze, furono drammatiche anche per alcuni capi di bestiame che annegarono per l’esondazione del fiume. Il rischio che lo scenario possa ripetersi, nel giro di poche settimane, non è aleatorio. Per questo, i cittadini del quadrante tornano a chiedere interventi strutturali per la messa in sicurezza del fiume, ancora caro ai romani.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Appio Latino: si teme un’altra esondazione del fiume Almone

RomaToday è in caricamento