San GiovanniToday

Alberone: si allontana il trasferimento del mercato. "A rischio anche il rifacimento delle strade"

Complicazioni in vista per il trasferimento del mercato. Tutino (LM): "Si sono accorti che ci sono una manciata di banchi in più e che va riscritto il progetto per il loro ricollocamento. Così però il privato può impugnare la convenzione. A rischio le previste sistemazioni stradali"

Per lo spostamento del mercato dell’Alberone si dovrà ancora attendere. Un recente censimento dei banchi dislocati su sede stradale ha evidenziato un problema: sono tanti. Troppi per essere ospitati dentro l’ex deposito Stefer. Bisogna rivedere il progetto e presentare una variante. Tradotto: servono più soldi e più tempo.

TROPPE POSTAZIONI - “Lunedì si è svolta una Commissione municipale congiunta .In quella sede abbiamo appreso che, a seguito del nuovo censimento effettuato sulle postazioni del mercato, ce ne sono 76 quindi cinque o sei di più del previsto – fa sapere il Consigliere radicale Davide Tutino – Il fatto che siano di più implica che il vecchio progetto non va più bene. Serve una variante da tre milioni di euro, soldi che  il Comune non ha stanziato. Dunque qualcuno ha sbagliato, o nel primo progetto o nell’attuale variante: un errore da tre milioni di euro, che rischia di far bloccare sia l’opera che il rifacimento delle strade attorno”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

LE CONSEGUENZE - Non si tratta solo di capire quanto stia costando questo trasferimento. Perché le conseguenze del nuovo conteggio sono anche altre. “Rischia di saltare la convenzione urbanistica. Scade il prossimo agosto – ricorda Tutino – e farà in tempo il Comune a presentare la variante? Perché se non lo fa, il privato potrebbe chiedere di rivedere gli accordi che prevedevano la sistemazione di via Cesare Baronio, via Vannucci, via Capponi e via Valesio, dov’è attualmente presente il mercato. Chi pagherà per questo errore? Chi se ne gioverà? Dopo un ventennio di silenzio il Consiglio ha finalmente chiesto che l’amministrazione faccia luce su tutto il percorso dell’opera. Il Commissario agisca subito perchè Agosto è alle porte ”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Drive in dove fare i tamponi a Roma: gli indirizzi. L'elenco completo

  • Coronavirus Roma, tamponi rapidi a 22 euro: l'elenco dei laboratori privati dove farlo

  • Coronavirus, a Roma 342 nuovi casi. L'allarme di D'Amato: "Siamo a livello arancione". I dati Asl del 16 ottobre

  • Coronavirus, a Roma 462 casi: sono 939 in totale nella regione. C'è un nuovo focolaio nel Lazio

  • A Roma la stretta anti Covid, Raggi chiede più controlli: nel week end task in campo tra movida e periferie

  • Sciopero generale il 23 ottobre: a Roma metro e bus a rischio. Orari e fasce di garanzia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento