San GiovanniToday

Sul degrado di via Talarchiana la denuncia di un Centro di Riabilitazione

Riceviamo e pubblichiamo la denuncia dei responsabili, operatori e genitori dei pazienti del Centro di Riabilitazione "Casa S. Rosa" il cui accesso è su via Talarchiana, limitrofa al Parco dell'Appia Antica. Sulle buche e deformazioni che si sono create è stata presentata una petizione alla quale nessuna istituzione ha risposto

Vogliamo sottoporre all'attenzione dell'opinione pubblica la situazione di degrado in cui versa una via che sorge nel decantato Parco dell'Appia Antica all'altezza del Quarto Miglio, quindi nel territorio del X° Municipio.

Si tratta di VIA TALARCHIANA, una via secondaria che collega Via Appia Pignatelli a Via del Triopio dove è sorto negli ultimi anni un denso abitato di ville e palazzine signorili. Tale via però ha un'importanza fondamentale per oltre 150 famiglie di piccoli e giovani utenti disabili che accedono ogni giorno al Centro di Riabilitazione "Casa S. Rosa" per il trattamento, nonchè ai 70 e più dipendenti che vi accedono giornalmente per lavoro. Il transito su detta via è d'obbligo in quanto l'altro accesso al Centro è ubicato sulla Via Appia Antica, che con la sua "veste antica" appunto, può consentire il tragitto solo a senso unico e a chi è dotato di fuoristrada.

Da diversi anni ormai il manto stradale asfaltato si è deformato sotto la spinta delle radici dei pini laterali da una parte, e dai cespugli ed erbacce dall'altra. Gli ultimi fenomeni atmosferici hanno completato l'opera di deterioramento creando pericolose buche. Da più di un anno abbiamo fatto una petizione al X° Municipio con raccolta di firme e successivamente inviato lettere ai suoi maggiori rappresentanti, ma non si è avuto un segno di risposta. Eppure il disagio per questi nostri utenti non è indifferente!

I 12 pullmini che svolgono il servizio trasporto per le ASL mettono a rischio la incolumità dei già provati passeggeri nei sobbalzi che sono costretti a subire, e gli automezzi hanno già più volte sperimentato la rottura delle calotte che vengono a contatto con i numerosi e vistosi dossi. Osiamo ancora sperare che anche attraverso questa segnalazione qualcuno venga "toccato" e intervenga a compiere il risanamento dovuto. Alleghiamo alcune foto a testimonianza di quanto espresso, e ringraziamo tutti coloro che si faranno fautori per il risanamento di VIA TALARCHIANA.

I responsabili, i genitori e operatori del Centro

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vigili nella bufera, Raggi guarda Report e decide di ruotare gli agenti. In bilico il comandante Napoli

  • Coronavirus, nel Lazio chiusi negozi e supermercati alle 21: la nuova ordinanza della Regione

  • Tamponi in farmacia a Roma e nel Lazio: dove farli. L'elenco completo e gli indirizzi

  • Vigili fanno sesso in auto a Roma, la commedia sexy si tinge di giallo: spunta l'ipotesi della microspia

  • Coronavirus Roma, Matteo si fa ricoverare insieme allo zio down positivo al Covid: "Non potevo lasciarlo solo"

  • Apre Maximo Shopping Center, un nuovo centro commerciale a Roma: 160 negozi sulla Laurentina. Grande attesa per Primark

Torna su
RomaToday è in caricamento