San Giovanni Piazza San Giovanni in Laterano

San Giovanni: tre falsi poliziotti arrestati da tre carabinieri veri

Si è conclusa con l'arresto di tre cittadini di età tra i 29 ed i 45 anni un raggiro compiuto ai danni dei turisti tra le strade del Rione Celio. Fermati da tre carabinieri in borghese i malfattori erano stati segnalati in precedenza dai commercianti della zona

I falsi tesserini sequestrati dai carabinieri

Fermavano turisti stranieri mostrando loro un falso tesserino di polizia per poi 'alleggerirli' di soldi, cellulari e altri effetti personali. Finiscono con l'arresto di tre cittadini romeni di 29, 39 e 45 anni una serie di furti perpetrati ai danni di turisti in vacanza nella Capitale. L'arresto ad opera dei Carabinieri della Stazione Roma Celio e del Nucleo Operativo della Compagnia Roma Piazza Dante, con l’accusa di rapina, nei pressi della Basilica di San Giovanni in Laterano.

FINTI POLIZIOTTI - I tre, muniti di falsi tesserini, fermavano turisti stranieri e con la scusa di svolgere controlli li derubavano di denaro, telefonini ed altri effetti personali. Sono stati commercianti di zona a segnalare al Carabiniere di quartiere della Stazione Roma Celio le scorribande della banda. E così i militari, confusi tra i turisti in visita al luogo sacro, hanno bloccato i tre malfattori proprio mentre stavano levando degli oggetti dalle mani di  ignari turisti. I falsi tesserini con la scritta police sono stati sequestrati.

MODUS OPERANDI - Non è la prima volta che i Carabinieri della Compagnia Piazza Dante si imbattono in bande di pregiudicati romeni che si stanno specializzando in questo particolare reato. Dall’inizio dell’anno, infatti, ne hanno arrestati otto, tutti proposti per l’allontanamento dal territorio nazionale. Il modus operandi è sempre lo stesso: i delinquenti esibiscono un distintivo delle forze dell’ordine e intimano alle vittime di svuotare le tasche. Dopo le intimidazioni, seguono i fatti, i malcapitati vengono sottoposti a vere e proprie  “perquisizioni”, espediente utilizzato dai falsi tutori dell’ordine per afferrare anche macchine fotografiche, cellulari e altri beni delle vittime che credono di essere oggetto di un controllo finalizzato alla ricerca di droga.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

San Giovanni: tre falsi poliziotti arrestati da tre carabinieri veri

RomaToday è in caricamento