RomaNordToday

Vigna Clara, le mire di RFI sul mercato di Piazza Diodati: "M5s esca da ambiguità"

In attesa della decisione del TAR e dell'arrivo dei treni, intorno a Stazione Vigna Clara montano polemiche e dubbi. Il Pd: "Nessuno sposti i banchi altrove"

Una linea in procinto di essere riattivata dopo oltre 25 anni ma bloccata dal ricorso al TAR di due cittadini; l'area circostante, tra posti auto da implementare e mercato rionale da regolarizzare, in attesa di progetti e risposte. Così intorno a Stazione Vigna Clara - pronta, funzionante ma chiusa - montano proteste e dubbi.

Linea Vigna Clara-Valle Aurelia: i cittadini chiedono sblocco

Da una parte i cittadini, quelli capitanati dal Comitato 'Un anello per Roma', che chiedono lo sblocco della linea Vigna Clara-Valle Aurelia "un'infrastruttura indispensabile - hanno detto tra petizioni e manifestazioni - perché collegherebbe Corso Francia con Valle Aurelia in otto minuti, con la creazione di una nuova linea urbana Vigna Clara–Ostiense che porterebbe la frequenza sulla tratta Valle Aurelia– Ostiense ad una media di 10 minuti, trasformando la cintura di Roma in una metropolitana da un treno ogni cinque minuti per tutto il giorno". 

La polemica politica intorno a Stazione Vigna Clara

Dall'altra la politica con il Pd ad incalzare su più fronti il M5s. All'aspra polemica dei Dem del Municipio XV dopo l'astensione della maggioranza grillina sull'atto relativo a Stazione Vigna Clara, si è aggiunta la critica feroce di Andrea Casu, neosegretario del Pd di Roma. 

Linea Vigna Clara-Valle Aurelia: "Immobilismo Cinque Stelle"

"All'immobilismo di Virginia Raggi che possiamo testimoniare quotidianamente si affianca il pressapochismo e le mancate promesse delle giunte pentastellate che governano i diversi municipi. I consiglieri del Movimento 5 stelle del XV Municipio si sono astenuti sulla mozione presentata dal gruppo del Pd sulla riapertura della ferrovia di Vigna Clara, asset strategico per i cittadini del quadrante, capace di collegare gli abitanti della zona a diverse parti della città e alle linee A e B della metro. Invece di accogliere la mozione del Pd la maggioranza blocca il ripristino di una importante linea di comunicazione, agendo di fatto contro i cittadini che combattono per ottenere un trasporto pubblico adeguato alle loro necessità" - ha scritto Casu in un post su Facebook definendo quello dei Cinque Stelle "un comportamento vergognoso". 

Stazione Vigna Clara: posti auto e futuro del mercato

Ma non solo treni e linea da riattivare. Il TAR si esprimerà sul ricorso, a meno di ulteriori slittamenti, solo il prossimo dicembre e così, in attesa della decisione,c'è chiede chiarimenti almeno sul destino del mercato rionale di Piazza Diodati. 

Stazione Vigna Clara: le mire di RFi su Piazza Diodati

RFI, in vista della prossima apertura di Stazione Vigna Clara, vorrebbe offrire agli utenti un adeguato sistema infrastrutturale a supporto della stessa e "ritiene indispensabile - così si legge in una nota inviata al Quindicesimo - adibire e utilizzare tutti gli spazi di sua proprietà per il miglioramento del servizio". Dunque anche quello sul quale sorge il mercato ai piedi del Fleming. 

Il futuro del Mercato di Piazza Diodati

Da qui la richiesta alla maggioranza di via Flaminia 872 di affrontare il tema convocando urgentemente una Commissione Commercio alla quale invitare anche un rappresentante di RFI Spa per "chiarire in modo definitivo le posizioni e - sottolinea il capogruppo Pd, Daniele Torquati - scongiurare lo spostamento del mercato". 

Il Pd a M5s: "Esca da ambiguità"

"Se resta senza commento il voto di astensione della maggioranza 5S municipale sulla mozione presentata dal PD relativamente alla riapertura della stazione di Vigna Clara e alla destinazione dei servizi dei luoghi circostanti, non può invece passare sotto silenzio l'ambiguità con cui cerca di sviare dal tema del mercato di Piazza Diodati" - ha scritto in una nota l'ex minisindaco chiedendo ai Cinque Stelle di Roma Nord chiarezza sulle intenzioni. "Solo maghi e stregoni possono capire quale idea frulla nella testa di questa maggioranza: per noi comuni mortali e per i cittadini resta un mistero. La maggioranza esca dall'ambiguità e dia certezze almeno agli operatori del mercato". 

Banchi in piazza Diotati e non altrove: la posizione, già palesata e votata dai Dem. "Quel mercato - scrive Torquati chiedendo la convocazione della Commissione - è importante per la vita sociale ed economica del territorio, nonchè per la vivibilità e la sicurezza della zona circostante". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Camorra, "a Roma comanda tutto lui": il cartello della droga di Michele Senese. Ecco come aveva diviso la Capitale

  • Incidente sulla Pontina: l'auto ha un'avaria, lui scende e viene investito da un tir. Morto 43enne

  • La montagna vicino Roma: 5 escursioni a due passi dalla Città eterna

  • Choc nel parcheggio del supermercato: cliente non lascia il carrello al mendicante e finisce ferito in una pozza di sangue

  • Saldi, a Roma e nel Lazio si parte un mese prima: lo shopping natalizio sarà all'insegna degli sconti

  • La voglia di festa sfida il Covid: in 34 assembrati in 70 metri quadri, la vicina chiama i carabinieri

Torna su
RomaToday è in caricamento