Domenica, 14 Luglio 2024
Vignaclara Farnesina / Via della Farnesina

La scritta sessista non c'è più, al suo posto la Venere di Botticelli

Inaugurato il murale sotto al viadotto della Tangenziale di via della Farnesina realizzato da Maupal e dagli studenti dell'Accademia delle Belle Arti di Roma

C’era prima una scritta sessista divenuta famosa in tutta Roma. Al suo posto, adesso, c’è un’opera realizzata dagli allievi dell’Accademia di Belle Arti di Roma, guidati dall’artista Mauro Pallotta, meglio conosciuto come Maupal. È stato inaugurato oggi, giovedì 27 giugno, il nuovo murale realizzato al termine di un intenso workshop durato diversi mesi. Ora, al posto di quella frase lesiva della dignità, c’è un vero e proprio omaggio alle donne.

Il nuovo murale di via Farnesina

Ci troviamo sotto al viadotto della Tangenziale di via della Farnesina. Qui, per anni, sopra a diverse scritte e disegni ormai incomprensibili, era stata realizzata una scritta chiaramente sessista, divenuta subito celebre soprattutto grazie al passaparola dei social. L’opera è frutto di un’idea nata dalla collaborazione tra lo street artist romano Maupal e la docente Isabel Martino, ed è stata fortemente voluta dal XV municipio, che ha richiesto l’intervento dell’artista per riqualificare lo spazio. L’inaugurazione si è tenuta alla presenza di diversi esponenti del XV municipio, tra i quali il presidente, Daniele Torquati, e l’assessora Tatiana Marchisio, e i consiglieri Sara Martorano, Giovanni Forti e Gianluca Loffredi.

murale via della farnesina - foto maupal

“Questo progetto rappresenta per me un’opportunità unica per dimostrare come l'arte possa essere uno strumento potente di cambiamento sociale – ha spiegato Maupal – lavorare con gli studenti dell’Accademia di Belle Arti di Roma è stato un privilegio e sono orgoglioso di aver contribuito alla trasformazione di questo spazio in un luogo di bellezza e rispetto. Spero che questo murale possa ispirare una riflessione sul valore e la dignità delle donne, celebrando al contempo la ricchezza culturale della nostra città”.

“La scritta sotto il viadotto della Tangenziale di via della Farnesina, diventata ormai “storica” e famosa in tutta Roma, da oggi non c’è più – ha commentato il presidente del XV, Daniele Torquati - in molti trovavano quella frase goliardica e capace di suscitare un sorriso. Un’offesa che attraverso i sorrisi era entrata a far parte del senso comune. Al suo posto il grande murale degli allievi dell'Accademia di Belle Arti di Roma che guidati dall’artista Maupal hanno reso omaggio alle donne con un’opera opposta alla scritta. Questo è il potere dell’arte e dei giovani di saper trasformare e migliorare gli spazi urbani".

foto di gruppo murale via della farnesina

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La scritta sessista non c'è più, al suo posto la Venere di Botticelli
RomaToday è in caricamento