rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
RomaNord

Treni soppressi sulla Roma Nord: l'odissea dei pendolari (anche) in tempo di pandemia

Decine di corse saltate al giorno, l'orario di ritorno a casa per molti è un'incognita: "Nella fascia serale il rispetto del 50% della capienza massima viene meno"

Il conto dei treni soppressi corre veloce nel tam tam tra i pendolari: ieri sulla Ferrovia Roma Nord sono saltate ben tredici corse tra linea urbana ed extraurbana. Se nella fascia mattutina tutto sembra scorrere senza particolari problematiche è dalla tarda mattinata che le comunicazioni di Atac agitano gli utenti della Roma-Civitacastellana-Viterbo.

Treni soppressi sulla Ferrovia Roma Nord

Arrivati al capolinea di Flaminio l’orario del rientro a casa per molti è spesso un’incognita. Solo ieri tra soppressi e cancellati dal centro verso fuori c’erano i treni delle 17.10; 18.10; 19:40; 19:50; 20:40. Il giorno prima non era andata meglio. 

“Nulla a che vedere con le 80 corse saltate due settimane fa” - commenta amaro Fabrizio Bonanni, presidente del Comitato Pendolari Ferrovia Roma Nord, il gruppo di utenti della linea che da anni si batte per il potenziamento di quella tratta utile all’intero bacino nord della città e dei comuni limitrofi. Fino a Viterbo. 

Treni soppressi, pendolari accalcati in stazione: Flaminio è un maxi assembramento 

Corse cancellate e saltate: l'odissea dei pendolari della Roma-Civitacastellana-Viterbo

“Se durante la giornata i treni viaggiano quasi vuoti, nelle fasce clou, soprattutto quella mattutina, il rispetto del 50% della capienza massima viene meno. E questo per i lavoratori è un problema. Nelle ultime settimane stiamo notando che di frequente mancano delle corse: almeno una quindicina al giorno: non vorremmo che, senza studenti, e quindi con l’utenza ridotta, anche l’offerta si adegui. Ricordiamo che vanno garantiti distanziamento e tutela della salute”. Qualcuno che utilizza la Roma Nord fino al grande nodo di scambio di Saxa Rubra segnala anche la “sparizione” di alcune corse Cotral: i pullman che coprono trasporto pubblico suburbano e interurbano. 

“Purtroppo ormai da tempo la situazione di questa linea è la medesima. Abbiamo anche intrapreso una battaglia legale” - dicono i pendolari. “Mentre si insiste sull'importanza dei mezzi pubblici e della loro efficacia, noi continuiamo a rimanere sospesi. In attesa della svolta che questa linea necessita e merita. Siamo stanchi delle promesse". 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Treni soppressi sulla Roma Nord: l'odissea dei pendolari (anche) in tempo di pandemia

RomaToday è in caricamento