rotate-mobile
Giovedì, 23 Marzo 2023
RomaNord tor di quinto

Stop ai circhi con animali nel XV Municipio

Votata all'unanimità la risoluzione presentata dal consigliere Max Petrassi che vieta sul territorio spettacoli che utilizzano animali

Niente circo con animali nel Municipio XV. È stata approvata all’unanimità la proposta di risoluzione presentata da Italia Viva che vieta sul territorio eventi e spettacoli circensi che prevedano l’impiego di animali. 
Primo firmatario della proposta il consigliere di Italia viva Max Petrassi che, su questo tema, ha incontrato il parere favorevole di tutta l’assise. “Devo ringraziare la commissione commercio, partendo dalla presidente Laura Gigli e tutte le forze politiche presenti – commenta a Roma Today Petrassi - questa proposta nasce da uno studio psicologico che evidenzia come alcuni comportamenti errati dei bambini nascano da un'educazione che non cerca l’equilibrio tra uomo e natura. Questa proposta quindi vuole educare i ragazzi ed aiutare i circhi a cambiare il loro core business”.

Italiani contrari agli animali nei circhi

Secondo alcune stime ci sono circa 2.000 animali impiegati in spettacoli circensi, divisi tra circa 100 circhi italiani. Il rapporto Eurispes 2016 stima invece al 71% la percentuale degli Italiani contraria all’uso degli animali nei circhi. Inoltre, nell’ambito di studi scientifici è emerso che gli animali soffrono un forte stress a causa dei lunghi viaggi tra una tappa e l’altra degli spettacoli, oltre ovviamente alla condizione di cattività nella quale vivono.

Quale futuro per gli animali dei circhi?

Il Municipio XV segue quindi l'esempio di altri comuni italiani e municipi della Capitale che si sono già espressi allo stesso modo. Rimane però il problema su quale sarà il futuro degli animali, oggi utilizzati nei circhi, e che non possono tornare a vivere in natura. “È un cane che si morde la coda – dice Petrassi - se continuiamo a dare sovvenzioni ai circhi questi continuano ad acquistare o importare animali. Io nasco come manager e cerco di capire le tendenze e le necessità delle persone. Se si capisce che quella è una soluzione non giusta, è interesse di chi porta avanti quel commercio cambiare strategia”

Circhi, ingenti i finanziamenti

“I circhi, dal 2010 al 2014, hanno ricevuto una media tra i 5 ed i 6 milioni di euro di finanziamenti – sottolinea ancora il consigliere – intanto l’80% delle persone intervistate nel mondo non vuole vedere i circhi con animali. Un imprenditore non può basare un business su finanziamenti pubblici e deve prendere atto di questi sondaggi. I circhi che vanno meglio, del resto, sono quelli che prevedono solo spettacoli di esseri umani”.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stop ai circhi con animali nel XV Municipio

RomaToday è in caricamento