rotate-mobile
Ferrovia Roma Nord / Labaro / Piazza Saxa Rubra

Stazione allagata: i pendolari camminano in un corridoio d'acqua

Il sottopassaggio della stazione si è trasformato in un fiume in piena così la banchina è stata chiusa al servizio

La pioggia battente che ha colpito Roma nelle ultime ore ha completamente allagato la stazione di Saxa Rubra dove il sottopassaggio pedonale si è trasformato in un vero e proprio fiume in piena. Così gli utenti della Ferrovia Roma Nord si sono trovati costretti a camminare nel bagnato, con le scarpe coperte da almeno 10 centimetri d’acqua. 

La stazione Saxa Rubra allagata

“Cosa ha causato l’allagamento? Difficile dirlo con certezza ma, stando alle testimonianze dei cittadini, pare che le grate del corridoio non riuscissero a drenare l’acqua del passaggio pedonale della stazione. Nessun intervento immediato davanti a questa situazione, con gli utenti della linea lasciati de facto nel pieno disagio. Dopo ore, la stazione è stata interdetta”, spiegano Ottaviani e Glori. “Banchina chiusa al servizio viaggiatori in direzione Montebello per allagamento sottopasso” - la comunicazione di Astral, succeduta ad Atac nella gestione della linea ferroviaria ex concessa. 

Pendolari con i piedi in 10 centimetri d'acqua

“Ancora una volta, i romani e i pendolari vengono messi a dura prova da strutture che, invece di dare loro certezza, spesso sviluppano barriere alla fruizione dei mezzi del trasporto pubblico. Non è possibile – ha aggiunto Stefano Erbaggi, neo consigliere del Comune di Roma (FdI) – che si verifichino situazioni come questa, segnale di una inadeguata manutenzione delle strutture. Una situazione indecente. Chiediamo al Sindaco Gualtieri di intervenire subito”.

I pendolari pronti ad una manifestazione di protesta

Nei giorni scorsi l’incontro del Comitato dei Pendolari della Roma Nord con Cotral per discutere delle pessime condizioni in cui, ormai da tempo, versa la linea. “Siamo alla soglia delle 8000 corse soppresse nel 2022, che è un record negativo assurdo. Ieri Quasi 3000 di queste sono da imputare a Cotral, il resto alla gestione Atac dei primi sei mesi dell'anno. Questi sono numeri, purtroppo, da premio Caronte perpetuo come peggiore linea ferroviaria dell'intero Paese, non solo del Lazio” - dice il Comitato impegnato da sempre a chiedere il potenziamento della tratta. “Abbiamo ribadito che non possiamo aspettare anni, come chiede Cotral, per vedere qualche miglioramento, non ce la faremo fisicamente. Siamo allo stremo”. Per questo gli utenti della linea stanno organizzando una grande manifestazione di protesta. “Siamo stanchi - scrivono - di subire disservizi nel silenzio generale delle istituzioni”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stazione allagata: i pendolari camminano in un corridoio d'acqua

RomaToday è in caricamento