rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
RomaNord Tor di Quinto / Via Antonio Serra

Tetto pericolante e bagni da incubo: è rivolta nella scuola del Fleming

Alla Ferrante Aporti infiltrazioni, muffa e lavori in palestra fermi. Insorge il quartiere: "Ci diano risposte certe su tempi, bambini meritano spazi sicuri e decorosi"

Come se i mesi trascorsi con la didattica a distanza e i disagi che il periodo di pandemia da Covid-19 porta con sè non bastassero: alla scuola Ferrante Aporti alunni, maestre e famiglie devono anche fare i conti con le carenze strutturali. La storica scuola del quartiere Fleming casca a pezzi.

Fleming, la scuola Ferrante Aporti casca a pezzi

Infiltrazioni, muffa, intonaco che si stacca, tetto pericolante e servizi igienici da incubo. La palestra è interdetta da circa un anno: da quando all’avvio di alcuni lavori di manutenzione ordinaria sono state riscontrate crepe che meritavano ben altro approfondimento. Così la Ferrante Aporti è rimasta orfana della palestra: educazione fisica in quel cortile in parte recintato e che di certo non è sfruttabile nelle fredde giornate d’autunno o d’inverno. 

“Una situazione inaccettabile ma che oggi, alla luce delle restrizioni imposte dall’emergenza Coronavirus, è diventata addirittura paradossale poiché sta costringendo gli alunni a trascorrere l’orario della ricreazione quasi interamente seduti in classe” - scrivono i residenti del Fleming che sulle condizioni della Ferrante Aporti hanno lanciato una petizione

Tetto pericolante e bagni da incubo alla Ferrante Aporti

Il Fleming in rivolta: "Troppo lassismo su lavori nella palestra scolastica"

Le associazioni di zona ‘Il filo del quartiere’ e GreensideRoma onlus, insieme ai Comitati di Quartiere e alla dirigente scolastica, chiedono tempi certi sulla ripresa dei lavori: “Il Municipio XV ha il dovere di risolvere i problemi strutturali della Ferrante Aporti. Il silenzio ed il lassismo istituzionale non sono la risposta che i genitori ed i cittadini attendono! L’appello che lanciamo alle Istituzioni locali è quello di perseguire il bene comune, non di inseguire i privilegi”. Il Fleming chiede più solerzia per restituire al quartiere una scuola sicura ed accogliente. 


 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tetto pericolante e bagni da incubo: è rivolta nella scuola del Fleming

RomaToday è in caricamento