Prima Porta Castel Giubileo / Via Enzo Tortora

Ingombranti e calcinacci: via Tortora è una discarica a cielo aperto

Nel cuore di Saxa Rubra sversamento continuo di rifiuti: divani, elettrodomestici e scarti edili accumulati ai bordi della strada, davanti a serrande e posti auto di aziende e attività commerciali

Materassi intrisi di acqua piovana e ammuffiti dalla lunga giacenza, elettrodomestici arrugginiti e ridotti in pezzi, decine di sacchetti di calcinacci e poi divani, infissi, mobili e rifiuti vari: così appare ancora via Tortora, arteria nel cuore di Saxa Rubra da tempo trasformata in una vera e propria discarica a cielo aperto. 

Nel 2011 la chiusura al traffico a causa di un incendio che aveva reso una palazzina pericolante, la riapertura solo nel gennaio 2016 con gli anni delle transenne a trasformare quella strada nell'immondezzaio abusivo del Municipio XV.

Abbattuto l'edificio instabile e restituita alla viabilità però nulla per il decoro di quel vialone sembra essere cambiato. Unico argine all'inciviltà le attività commerciali che vi sorgono: sentinella di giorno vere e proprie vittime però la mattina con i proprietari costretti talvolta a rimuovere i rifiuti abbandonati anche davanti alle loro serrande. 

Condizioni di degrado e inciviltà che, salvo i rari casi di pulizie straordinarie, in quell'angolo di Roma Nord resistono da anni con i residenti a chiedere più controlli e attenzione e magari anche quelle videocamere di sorveglianza che il Municipio XV - nei mesi del tavolo per l'ordine e la sicurezza municipale - aveva domandato per i punti più critici del territorio affinchè fungessero da deterrente a cattivi comportamenti e illegalità.  
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ingombranti e calcinacci: via Tortora è una discarica a cielo aperto

RomaToday è in caricamento