Prima Porta Prima Porta / Via Lomazzo

Valle Muricana, chi fa e chi disfa: rubati gli addobbi dell'albero di Natale

Dall'albero del parco fai da te sono spariti nastri e palline che le famiglie del territorio avevano donato per l'albero del quartiere. Il Comitato Karol Wojtyla: "Non abbiamo bisogno di ulteriori sfregi a collettività"

Amara sorpresa a Valle Muricana, in quel comparto C6 che i residenti con le realtà del territorio e il Comitato di Quartiere Karol Wojtyla hanno trasformato in un parco "fai da te" per sopperire alla mancanza di quel giardino pubblico che la zona, con oltre 12mila abitanti, attende da tempo. 

Ignoti hanno infatti smontato l'albero di Natale e portato via gli addobbi che durante il ponte dell'Immacolata, come da tradizione, erano stati apposti sulla piccola alberatura: un evento che aveva coinvolto tante famiglie del territorio ben contente di provvedere, oltre a manutenzione e reperimento degli arredi, anche a quel tocco natalizio donato a tutta la comunità. E invece a Valle Muricana c'è chi fa e chi disfa: in una notte addobbi portati via, spariti o in parte lasciati nel terreno umido e fangoso. 

"Volevamo 'ringraziare' chi ha smontato l'albero di Natale. Speriamo che il prossimo anno riporti ciò che è sparito: magari si è portato via tutto perché vuole fare una sorpresa per il prossimo Natale o magari ci addobberà l'albero di casa" - il commento amaro e ironico del Comitato di Quartiere Karol Wojtyla che ha sottolineato ai microfoni di RomaToday come il quartiere "già problematico non abbia bisogno di ulteriori sfregi".

Non è la prima volta che il parco "fai da te" subisce atti vandalici e dispetti: solo qualche settimana prima a fare le spese di un vero e proprio raid di devastazione erano stati alcuni arredi. Proprio quelli donati dai cittadini per rendere un parco che non è un parco fruibile e un minimo più accogliente. 
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Valle Muricana, chi fa e chi disfa: rubati gli addobbi dell'albero di Natale

RomaToday è in caricamento