Prima Porta Prima Porta / Via Tenuta Piccirilli

Sgombero River, rom accampati fuori. I residenti: "Non tollereremo latrina a cielo aperto"

Il Comitato di via Tiberina sulle condizioni di Tenuta Piccirilli: "Il campo è sulla strada, per noi nessuna scelta alternativa"

Dall'area dell'ex campo rom allo slargo immediatamente fuori, appena oltre il cancello: così via della Tenuta Piccirilli dopo lo sgombero del River si è trasformata in un gigantesco accampamento a cielo aperto. Quasi 200 le persone, con tantissimi minori al seguito, che si sono riversate in strada trasformando l'ultimo lembo della piccola traversa di via Tiberina in un bivacco. 

Rifiutate le soluzioni proposte dal Piano Rom del Campidoglio e glissato l'invito ad entrare nei centri di accoglienza del Comune, accettando la separazione del nucleo familiare (donne e bambini da una parte, uomini dall'altra), per i più il ciglio della strada ha rappresentato l'unica alternativa possibile.  

L'emergenza del River oltre il cancello

Un campo rom che di fatto si è spostato oltre il cancello, disordinato e caotico: ognuno ha portato con se gli effetti personali e qualche arredo così ora Tenuta Piccirilli è invasa da sedie, tavoli, reti, materassi, valigie, carrelli e suppellettili di ogni genere. Il tutto più che zuppo dopo lo scrosciante temporale che ieri sera si è abbattuto sulla Capitale. 

River, l'emergenza si sposta oltre il cancello: Tenuta Piccirilli è un gigantesco accampamento

River, cresce la tensione: ferito un agente

Ed è proprio nel momento della pioggia che al River si sono registrati attimi di tensione: i rom hanno iniziato a protestare provando a rientrare nel campo. Ne è nato un parapiglia con i venti agenti della Polizia Locale impegnati a bloccare il tentativo: ad avere la peggio un agente del X gruppo Mare, chiamato come rinforzo nella zona, che è stato colpito, sembrerebbe da una pietra ad un occhio. Nel parapiglia il cancello è stato divelto. In tarda serata i rom sono addirittura riusciti a rientrare.

I residenti contro l'accampamento in strada

Così a Tenuta Piccirilli cresce la tensione. "Non possiamo definire questa situazione conclusa, in quanto nella via sono presenti accampati ancora oltre 70 occupanti. Ci è stato garantito la presenza delle forze dell’ordine h24 per i prossimi giorni. Agli occupanti, in questi mesi, e nella giornata di oggi, sono state proposti ogni genere di forme di aiuto, tutte rifiutate. Ci domandiamo invece che scelte sono state proposte ai residenti della via? Nessuna!" - scrive in una nota il Comitato di via Tiberina "esigendo" una collocazione alternativa per le persone rimaste accampate oltre il cancello del campo. 

"Non siamo disposti, dopo tutto quello che i cittadini hanno tollerato, a far diventare la nostra via, le nostre strade, una latrina a cielo aperto" - tuonano i residenti. 

"Non ci interessa sapere di chi sia o meno la colpa, cosa si poteva fare o cosa non è stato fatto, non ci interessano comunicati in cui si scaricano le responsabilità gli uni sugli altri, o dove ci si elogia per quanto fatto, perchè, il campo é ancora lì: solo che adesso non si chiama piú 'River', ma “via Tenuta Piccirilli'. Non ha vinto nessuno". 
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sgombero River, rom accampati fuori. I residenti: "Non tollereremo latrina a cielo aperto"

RomaToday è in caricamento