Prima Porta Prima Porta / Via Roncoferraro

Santa Cornelia: 200 firme contro l'impianto Ama che stroncherebbe "il sogno" servizi

La struttura della Municipalizzata prevista in via Roncoferraro dove però il quartiere da anni attende la realizzazione di un parco, un parcheggio o una piazza

Santa Cornelia dice no all'impianto Ama di trasbordo che dovrebbe arrivare in via Roncoferraro: una scelta effettuata in seguito alla delibera dell'ex Commissario Tronca con la quale Roma Capitale ha ceduto alla Municipalizzata in comodato d'uso 32 aree in cui realizzare sedi logistiche e nuovi centri di raccolta per potenziare la presenza sul territorio con nuove strutture decentrate al servizio dei cittadini. 

A Santa Cornelia previsto un sito per l'accumulo dei rifiuti differenziati che, non potendo sostare per oltre 24 ore, vengono poi portati via con mezzi più grandi: un impianto che, senza alcuna consultazione con il territorio, rischia di piombare, oltre che accanto alle abitazioni, proprio dove il quartiere della periferia del Municipio XV da anni attende i servizi.

Un centro culturale, un parcheggio, una piazza o un parco quello che sognano i residenti, non di certo un sito dell'Ama che toglierebbe loro la possibilità di veder realizzati quegli spazi che tanto mancano al quartiere. 

Da qui la petizione per dire No all'impianto di trasbordo: 200 le firme consegnate ieri in via Flaminia 872 per chiedere la revoca dell'affidamento fatto ad AMA. 

"Ognuno di noi è consapevole della necessità di dotare, nel minor tempo possibile, l'AMA di un sistema logistico a servizio della raccolta differenziata, ma è possibile farlo anche attraverso scelte condivise con i cittadini e, soprattutto, senza dover scippare i nostri quartieri delle uniche aree pubbliche sulle quali potranno essere realizzati i servizi previsti dai piani di recupero. Dopo tanti anni sarebbe una beffa" - ha commentato Marco Tolli, dirigente romano del Pd ed ex consigliere dell'allora Municipio XX. 

Per tale struttura dunque Santa Cornelia chiede di guardare altrove magari proprio in quelle aree che il Municipio XV suggerì come idonee: Cesano, Osteria Nuova e Saxa Rubra le zone indicate dalla vecchia amministrazione del Quindicesimo per potenziare, senza togliere spazi necessari alle periferie, la presenza delle strutture Ama a disposizione dei cittadini. 
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Santa Cornelia: 200 firme contro l'impianto Ama che stroncherebbe "il sogno" servizi

RomaToday è in caricamento