RomaNordToday

Prima Porta, la piazza "fantasma" sparisce davvero: "Cancellata da Giunta Raggi"

La piazza giardino su via della Giustiniana, finanziata e attesa da quasi un decennio dal Municipio XV, non rientra tra le priorità da realizzare con il bando per le periferie. Chirizzi: "Ennesimo sgarbo al territorio mentre la maggioranza del XV dorme"

Una grande distesa di terra tra buche, fango, rovi e cumuli di rifiuti: così si presenta l'area su via della Gustiniana, nel cuore di Prima Porta, dove il quartiere del Municipio XV attende da quasi un decennio la realizzazione di una piazza. 

Vialetti, panchine, siepi, area giochi per bambini e un parcheggio: il tutto illuminato da 14 pali della luce. Questo quanto previsto dal progetto che, sebbene finanziato con 516mila euro nell'ultimo bilancio Veltroni, dal 2008 è rimasto su carta. Nel 2013 l'approvazione di quello definitivo e l'espletamento delle procedure di gara: poi, con il procedimento amministrativo arenato, nulla più: la piazza di Prima Porta non c'è e probabilmente non sorgerà mai.

"La Giunta Comunale, con la delibera  n. 29 del 2016, aveva individuato gli interventi per richiedere i finanziamenti previsti dal bando per le periferie pubblicato dal Governo Renzi. Tra queste era stata inserita la realizzazione di una piazza giardino in Via della Giustiniana, per la quale abbiamo da anni la disponibilità dell'area, il progetto e le procedure di gara espletate. Il finanziamento da parte del governo nazionale doveva sanare una ferita che si è era aperta nel corso dell’esperienza Marino, quando per esigenze di armonizzazione di bilancio, si era proceduto al congelamento delle risorse disponibili pari a circa 500 mila euro. Con grande stupore ho appreso che recentemente la giunta comunale, con delibera n. 24 del 2017,  ha rivisto le priorità rispetto agli interventi da realizzare con i finanziamenti provenienti dal bando periferie, escludendo la piazza giardino della Giustiniana" - ha fatto sapere la consigliera del Partito Democratico in Municipio XV, Gina Chirizzi.

"Ritengo che sia un errore perché parliamo dell'unica opera che può essere cantierizzata in poche settimane, ma soprattutto siamo davanti all'ennesimo sgarbo nei confronti del nostro territorio. Ancora una volta il silenzio del Municipio è imbarazzante" - ha proseguito l'esponente Dem accusando la Giunta Simonelli, orfana da mesi dell'assessore ai Lavori Pubblici, di "troppa distrazione". 

"Il risultato è che il nostro municipio non è ne governato e ne rappresentato. E si perdono opportunità". Già pronta da parte di Chirizzi un'interrogazione  al minisindaco "per sapere attraverso quali azioni intende rimediare".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Lazio zona arancione? Oggi la decisione

  • Coronavirus, nel Lazio chiusi negozi e supermercati alle 21: la nuova ordinanza della Regione

  • Centro commerciale Maximo di Roma: ecco quali sono i negozi presenti all'interno

  • Coronavirus, a Roma 1362 nuovi casi. Nel Lazio 59 morti nelle ultime 24 ore: mai così tanti da inizio pandemia

  • Coronavirus Roma, Matteo si fa ricoverare insieme allo zio down positivo al Covid: "Non potevo lasciarlo solo"

  • Coronavirus, a Roma 1305 nuovi casi. Nel Lazio 80 morti nelle ultime 24 ore. I dati del 18 novembre

Torna su
RomaToday è in caricamento