rotate-mobile
Prima Porta Labaro / Via Inverigo, 28

La piazza giardino di Prima Porta prende forma: era attesa dal 2005

Cantiere operativo in via della Giustiniana: sotto i palazzi popolari dell'ex Isveur fontanella, cigli e illuminazione. L'assessora Meleo: "Un'opera di riqualificazione importante per restituire luoghi di socialità e aggregazione"

Da discarica a luogo di socialità nel cuore della periferia di Roma nord. Prende forma la “Piazza Giardino” di via della Giustiniana, a Prima Porta. 

Da discarica a luogo di socialità: ecco la Piazza Giardino di Prima Porta

Un’opera inserita nel Programma di Recupero Urbano "Labaro-Prima Porta" adottato nel 2001, al quale ha fatto seguito la sottoscrizione dell'Accordo di Programma nel 2005: ma per oltre quindici anni quella piazza è stata per tutti un “miraggio”. Promessa ma mai arrivata. 

Nel 2008, all’epoca della Giunta Veltroni, il finanziamento di 516 mila euro per il progetto: vialetti illuminati, verde e giochi per i bambini rimasti però ancora una volta solo su carta. Al loro posto solo terra, fango e sterpaglie. 

Via della Giustiniana: la Piazza Giardino attesa da oltre quindici anni

Un lotto incolto trasformato in parcheggio e, subito dopo l’alluvione che ha colpito il quartiere nel 2014, in una discarica temporanea di ingombranti e rifiuti vari rimossi da negozi e abitazioni allagate. L’avvio del cantiere solo nel luglio dell’anno scorso, con il Campidoglio guidato da Raggi: la piazza giardino di Prima Porta ha così iniziato a disegnarsi lentamente sotto le finestre dei palazzi popolari dell’ex Isveur. 

“I lavori sono seguiti dal Dipartimento SIMU e sono ora in corso le operazioni per i vialetti dell’area verde col posizionamento di una fontanella, per i nuovi cigli, per gli impianti di illuminazione e per il sistema idraulico. Il cantiere proseguirà con gli interventi sulla parte carrabile e pedonale” - ha scritto l’assessora alle Infrastrutture di Roma Capitale, Linda Meleo. In via della Giustiniana operai al lavoro. Intorno tanta curiosità per un giardino da quelle parti agognato per anni. 

“Un’opera di riqualificazione importante per restituire luoghi di socialità e aggregazione. Ciò è stato possibile grazie al lavoro coordinato tra commissione lavori pubblici, uffici, assessorato e municipio. Le periferie - ha sottolineato Meleo - sono al centro della nostra azione amministrativa, realizzando e portando a compimento tante opere che per molti erano state ferme”. 
 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La piazza giardino di Prima Porta prende forma: era attesa dal 2005

RomaToday è in caricamento