Sabato, 12 Giugno 2021
Prima Porta Via Jonas Edward Salk

Labaro, ecco il ponte ciclopedonale: collega la vecchia ciclabile “nonsense” alla dorsale Tevere

Il nuovo ponte ciclopedonale lungo circa 30 metri in legno lamellare era stato installato due anni fa e fa parte delle opere secondarie realizzate dal Consorzio Quarto Peperino nell'ambito della convenzione urbanistica Grottarossa

Il ponte ciclopedonale è finalmente realtà. A due anni dalla sua installazione la passerella sospesa su via Jonas Edward Salk, a Labaro, può essere utilizzata da ciclisti e pedoni. “Un’opera infrastrutturale di collegamento che i cittadini aspettavano da tempo” - commentano dal Campidoglio. Si perchè il ponte ciclopedonale sospeso nel verde delle colline di Quarto Peperino mette in connessione la vecchia ciclabile “nonsense”, seicento metri per anni con unico sbocco tra i rovi, e il percorso della Dorsale Tevere, che costeggia il fiume verso Ponte Milvio e prosegue poi nel centro città.

“Finalmente inauguriamo il ponte ciclopedonale atteso da tanto tempo dai cittadini. Pensate era collegato ad una convenzione urbanistica del 2005 che siamo riusciti a sbloccare. Continuiamo così a far crescere la rete dei percorsi di piste ciclabili per permettere di raggiungere in bici i diversi punti della nostra città” - ha dichiarato la sindaca di Roma, Virginia Raggi.

Il nuovo ponte ciclopedonale lungo circa 30 metri in legno lamellare mette in comunicazione ora la pista ciclabile di via di Quarto Peperino, che fa parte delle opere secondarie realizzate dal Consorzio Quarto Peperino nell’ambito della convenzione urbanistica G3 “Grottarossa” sottoscritta nel 2005, e la pista ciclabile realizzata nell’ambito della lottizzazione denominata “Saxa Rubra”.

“Il nuovo ponte ciclopedonale - spiega l’assessora alle Infrastrutture Linda Meleo - consentirà ai ciclisti di percorrere in sicurezza la pista di via di Quarto Peperino e l’altro percorso ciclabile che scende verso il fiume Tevere. Diamo ai cittadini ed a residenti di questa zona una reale alternativa all’auto privata”. "Stiamo seguendo l'iter urbanistico questa convenzione, grazie al lavoro degli uffici, che ci permette di consegnare ai cittadini un nuovo tassello a cui ne seguiranno altri tra cui - sottolinea l'assessore all'urbanistica Luca Montuori - i parchi a ridosso della pista ciclabile". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Labaro, ecco il ponte ciclopedonale: collega la vecchia ciclabile “nonsense” alla dorsale Tevere

RomaToday è in caricamento