RomaNordToday

Parco di Colli d'Oro, dove da sette anni "domina" l'ecomostro: al via messa in sicurezza e riforestazione

Aggiudicata la gara per potatura e abbattimento alberature pericolanti: "A fine lavori percorso partecipato sul futuro del parco"

Sette anni. Tanti ne sono passati dalla posa della "prima pietra" del cantiere per la realizzazione nel Parco di Colli d'Oro di Casa Lazio, il palazzetto dello sport che la Lazio Pallavolo (vincitrice di un bando del 2006) avrebbe dovuto costruire nel bel mezzo del giaridno pubblico di Labaro. 

A Colli d'Oro la Casa Lazio mai realizzata

Un impianto sportivo da circa mille posti a disposizione delle discipline "minori" della polisportiva biancoceleste, aperto anche alle società dilettantistiche del territorio e ad eventi culturali. 

Un progetto che si è arenato poche settimane dopo l'inizio dei lavori lasciando il parco di Colli d'Oro ostaggio di un vero e proprio ecomostro: uno scheletro di cemento, con legni e ferri arrugginiti in vista, immerso in acquitrini e verde selvaggio. 

Intorno alla struttura incompleta infatti il totale abbandono con il giardino di Colli d'Oro, incolto e pericoloso, divenuto ben presto off limits per tutti. 

Parco Colli d'Oro nel labirinto delle competenze

Nell'aprile del 2015, constatate inadempienze e ritardi, Roma Capitale ha revocato la concessione alla Lazio Pallavolo e risolto il contratto.

Da li quattro anni di calvario nel labirinto delle competenze e della burocrazia con le amministrazioni che si sono succedute alla guida del Municipio XV a reclamare la restituzione del verde a quella periferia rimasta per troppo tempo orfana del parco.

Il parco di Labaro recintato in tre aree

Nei mesi scorsi le operazioni preliminari alla rinascita del parco. L'area cantiere è stata recintata e messa in sicurezza, mentre per l'area verde più vicina all'asilo nido di Largo Foppolo "è stato realizzato un progetto esecutivo di riqualificazione e manutenzione straordinaria che prevede la rimozione degli alberi caduti, la messa in sicurezza di quelli pericolosi, la creazione di una staccionata per il collegamento di questa parte alta con il parco situato nella parte bassa" - ha fatto sapere l'assessore all'Ambiente del Quindicesimo, Pasquale Annunziata. Per tali interventi bisognerà attendere però il completamento della gara.

La "riforestazione" del parco di Colli d'Oro

Aggiudicata invece quella per la potatura, messa in sicurezza ed abbattimento delle alberature ritenute dall'agronomo del Comune pericolose. Nel Colli d'Oro a rinascere per prima sarà la parte alta del parco, quella con ingresso da via Valbondione: prevista anche la riparazione o sostituzione delle panchine, oltre alla riconsegna del parco al Servizio Giardini per quella manutenzione ordinaria che li manca da troppo tempo. 

"I lavori inizieranno a breve, nei prossimi giorni e ad ottobre - assicurano da via Flaminia - verranno piantumati nuove piante per riforestare l'area". 

Al termine dei lavori invece verrà avviato in Municipio un percorso partecipato "per decidere insieme alla cittadinanza come riqualificare quello che resta della struttura di cemento armato". 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Neve a Roma in settimana? Cosa dicono le previsioni meteo

  • Zona arancione, cosa si può fare e cosa no a Roma e nel Lazio dal 17 gennaio

  • Roma e Lazio in zona arancione: l'annuncio dell'assessore D'Amato

  • Chi è Manolo Gambini il detenuto evaso da Rebibbia dopo aver scavalcato la recinzione

  • Coronavirus, Roma e il Lazio verso la zona arancione: indice Rt e ricoveri oltre la soglia. Cosa cambia

  • Sabato zona gialla a Roma e nel Lazio: il 16 gennaio giornata limbo prima della stretta

Torna su
RomaToday è in caricamento