menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
foto archivio

foto archivio

Scia di furti a Valle Muricana: una chat di quartiere per difendersi

La periferia del Municipio XV chiede maggiori controlli: al via la petizione per la sicurezza della zona. L'associazione Cives: "Importante denunciare alle autorità"

Una lunga scia di furti con le incursioni, o tentate tali, in appartamenti, garage e attività commerciali tanto inarrestabili da far scattare il campanello d’allarme. Valle Muricana, lembo estremo del Municipio XV, si ribella alla microcriminalità e chiede più attenzione e controllo del territorio. 

Escalation di furti a Valle Muricana: una petizione per la "sicurezza"

Si muove in tal senso la raccolta firme promossa da Cives Valle Muricana, “associazione di congiunzione fra il cittadino e le istituzioni” da tempo impegnata sul territorio di quella periferia a nord di Roma. 

“Visto che si protraggono molti atti criminosi, tentati furti, furti, su richiesta di alcuni residenti promuoveremo e porteremo avanti, a brevissimo, una raccolta firme sul tema sicurezza” - hanno detto i volontari. Una petizione da inoltrare a Ministero dell'Interno e  Prefettura di Roma oltre che ai vari commissariati di riferimento, alla Polizia Locale e al Municipio XV. Lo scopo, dicono i promotori dell’iniziativa, è quello “di richiedere ulteriori e costanti controlli all'interno della zona di Valle Muricana”. 

I volontari di Valle Muricana contro la microcriminalità

“Come sempre ci teniamo a specificare che per qualsiasi movimento sospetto, tentato furto, furto, atto criminoso, non solo è importante ma anzi è fondamentale denunciare sempre tutto alle autorità competenti”. Quindi niente ronde o iniziative personali.  Oltre alla raccolta firme, nel quartiere è attiva anche una chat per il controllo di vicinato: “Uno strumento ulteriore di condivisione per mettere all'erta le persone in caso di emergenze varie”. Nella periferia di Roma nord la sicurezza passa dunque anche dalle applicazioni di messaggistica istantanea e dalla collaborazione tra “vicini di casa”. 

Al Pigneto l'identikit sulle chat di quartiere

Poche settimane fa anche il Pigneto si era organizzato per arginare il “proliferare di microcriminalità, tra furti in casa, scippi in strada”: l’identikit dei malviventi era finito addirittura nelle chat del quartiere. 
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Zona arancione più vicina per Roma e il Lazio. D'Amato: "Curva in ascesa"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento