RomaNordToday

Cimitero di Prima Porta, eterno degrado: "Serve escursione per trovare le tombe"

Quadri cimiteriali nell'incuria totale, parenti alla ricerca delle lapidi tra rovi ed erbacce. Nulla cambia dopo denunce e segnalazioni: "Questione liquidata con troppa superficialità"

Circa 140 ettari di estensione con ben 37 km di strade interne percorribili da mezzi privati e linee Atac, tre ettari dedicati al Giardino dei Ricordi, la collina alberata in cui disperdere le ceneri dei propri cari: consacrato nel 1941, il Cimitero Flaminio, oltre ad essere il più grande d'Italia, è considerato anche un "capolavoro di architettura cimiteriale contemporanea".

Qui, nel rispetto dei singoli culti, sono presenti reparti dedicati alle diverse confessioni religiose - cattolica, evangelica, ebraica e islamica - con le rispettive chiese e templi.

Ma ad accomunare tutti i cari che li riposano e soprattutto coloro che si recano al camposanto di Prima Porta per portar loro un fiore è l'estremo degrado che bisogna attraversare per giungere alla meta. 

Interi quadri cimiteriali più somiglianti a foreste: erbacce e rovi che coprono le lapidi tanto da rendere difficile la ricerca di quella di un figlio al proprio padre, verde incolto che ferisce mani e gambe di chi - impavido e con buona ragione - è volenteroso di raggiungere la tomba del proprio caro scomparso.

Condizioni più volte denunciate da cittadini e operatori alle quali si aggiungono un senso di insicurezza diffuso e l'odioso saccheggio delle tombe dalle quali vengono asportati vasi, croci e oggetti vari che fanno gola ai predoni di metalli.

L'ultima denuncia sullo stato di Prima Porta arriva dalla Lista Marchini: "Credo siano passati decenni da quando siano state portate nuove piante e da quando sia stato effettuato l'ultimo servizio di giardinaggio. Infatti per trovare le tombe bisogna fare un escursione di trekking con tanto di lucertole e animali vari che sbucano dalle sterpaglie" - scrive Martina Catenelli, viceresponsabile Centro studi Servizi Socio-Sanitari, Legalità e Sicurezza, corredando il suo pensiero con un esplicativo reportage fotografico.

"In tutto questo tempo la situazione non è affatto cambiata" - commenta pure Giuliano Pandolfi, consigliere del Municipio XV della lista 'Territorio e Gente', che lo scorso 2 luglio aveva chiesto alle Commissioni Lavori Pubblici-Manutenzione Urbana e Ambiente di effettuare dei sopralluoghi urgenti nei tre cimiteri del Roma Nord ossia Cesano, Isola Farnese, Flaminio-Prima Porta "considerato lo stato di abbandono e l'assenza della manutenzione del verde".

Nulla di fatto però:  "Ancora attendo - ha detto l'esponente dell'opposizione di via Flaminia 872 - risposte dei Presidenti della due commissioni che con molta superficialità hanno liquidato la mia richiesta". 

Insomma, dopo mesi di denunce e segnalazioni, le condizioni del Cimitero Flaminio non sembrano affatto migliorare: il camposanto più grande d'Italia, "capolavoro di architettura cimiteriale contemporanea" a detta del sito ufficiale, stenta davvero a trovare pace. Altro che eterno riposo. 
 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La sala è piena di pubblico senza mascherina: la “bolla” del Costanzo Show fa infuriare i social

  • Coronavirus Roma, tamponi rapidi a 22 euro: l'elenco dei laboratori privati dove farlo

  • Roma, la mappa del contagio di ottobre: 47 quartieri con più di cento casi

  • Drive in dove fare i tamponi a Roma: gli indirizzi. L'elenco completo

  • La marcia 'nera' su Roma, l'ultra destra sfida il coprifuoco. La Questura: "Nessun preavviso per il corteo"

  • Ristorante romano consegna le chiavi a Virginia Raggi: "Roma muore e con sé la ristorazione e il turismo"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento