rotate-mobile
Venerdì, 28 Gennaio 2022
Prima Porta

Il Cimitero Flaminio rimane senza acqua: arrivano i serbatoi di scorta

Per cinque giorni erogazione sospesa per permettere lavori di ammodernamento impianto

Il Cimitero Flaminio rimane senza acqua, questa volta a lasciare i rubinetti del camposanto a secco nessun guasto o danno improvviso alle condotte idriche: la sospensione del flusso dell'acqua sarà infatti dovuta agli interventi per l'ammodernamento dell'impianto, quelli avviati già nel novembre scorso. 

Il Cimitero Flaminio senza acqua

E' infatti da mesi che nel Cimitero di Prima Porta i cittadini lamentano fontane asciutte e assenza di punti facilmente accessibili nei quali fare scorta di acqua per innaffiare i fiori portati in omaggio ai defunti.

Tanti coloro che per mantenere rigogliosi piante e vasetti si sono organizzati con le bottiglie di plastica, riempite nelle taniche di scorta disseminate tra le via del Flaminio o addirittura a casa. 

Nuovo impianto idrico per il Cimitero di Prima Porta

Disagi che a breve potrebbero dunque finire. "Il nuovo impianto, in grado di ottimizzare in automatico sia i consumi idrici che quelli elettrici a supporto dello stesso impianto, sarà completato entro il mese di aprile" - fanno sapere dal Campidoglio. 

Per ultimare i lavori, dal 3 al 7 aprile 2018, sarà temporaneamente sospesa l’erogazione dell’acqua non potabile. In questi giorni saranno disponibili serbatoi posizionati in prossimità degli ingressi, nelle principali strade interne al cimitero e in altri punti di maggiore transito del pubblico. Rimarranno tuttavia funzionanti le fontanelle di acqua potabile.


 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Cimitero Flaminio rimane senza acqua: arrivano i serbatoi di scorta

RomaToday è in caricamento