Lunedì, 22 Luglio 2024
Prima Porta Tor di Quinto / Via Flaminia

Coppia di anziani rapinata al cimitero Flaminio, il Movimento 5 Stelle chiede più sicurezza

L'appello al sindaco di Roma dopo l'ultimo fatto di cronaca avvenuto nel cimitero di Prima Porta

Telecamere, controlli e maggiore sicurezza dopo che una coppia di anziani, lo scorso 9 giugno, è stata rapinata al cimitero Flaminio a Prima Porta. È quanto hanno chiesto Irene Badaracco, capogruppo M5S al  Municipio Roma XV e Daniele Diaco, vicepresidente commissione Ambiente e consigliere M5S in Campidoglio, chiamando in causa direttamente il Campidoglio.

Anziani rapinati

Domenica 9 giugno una coppia di anziani, 77 anni lui e 72 anni lei, hanno sorpreso dei ladri scappare dopo aver rubato la borsa della donna lasciata dentro l’automobile parcheggiata davanti all’ingresso. L’uomo, nel disperato tentativo di recuperare la borsa, si è attaccato all’automobile dei malviventi, è stato trascinato per un tratto. I due si erano recati al cimitero per deporre dei fiori sulla tomba dei propri cari.

Furti al cimitero

A marzo 2024 qualcuno aveva lasciato dei bigliettini sulla vecchia lapide di un caro chiedendo, semplicemente, di smetterla di rubare sulle tombe. Al cimitero Flaminio non si arresta l’emergenza relativa ai furti. C’è anche un cartello, sulla parete di uno degli edifici che ospita i loculi: “Qui uno schifoso maledetto ha rubato la lapide di mio padre” . Nel mirino non ci sono solo le tombe di marmo: vengono portati via fiori e lumini. Un cimitero, insomma, nel quale si muore due volte.

“Da troppo tempo denunciamo la grave incuria in cui versa il Cimitero Flaminio, tanto da essersi trasformato in piazza di spaccio gestita dalla criminalità – dicono Badaracco e Diaco in una nota - una situazione indegna, che l’amministrazione Gualtieri non è in grado evidentemente di fronteggiare”.

Per i grillini “Sono necessari telecamere, agenti e vigilanza all’interno e all’esterno del cimitero ma a mancare sono soprattutto piani strutturali che consentano di eseguire interventi giornalieri di cura del verde , pulizia e salvaguardia dei beni conservati all'interno dell'area cimiteriale: interventi indispensabili in grado di preservare l’identità del luogo dedicato al ricordo dei defunti e fungere da deterrente di atti criminali. Nell'ambito di questo contesto, è grave constatare l’immobilismo del Campidoglio anche riguardo”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coppia di anziani rapinata al cimitero Flaminio, il Movimento 5 Stelle chiede più sicurezza
RomaToday è in caricamento