rotate-mobile
Mercoledì, 19 Gennaio 2022
Prima Porta Labaro / Via Valbondione

Casa Lazio, da Palazzetto dello Sport a ecomostro: chiesto l'intervento del Sindaco

La vicenda dell'opera incompiuta nel bel mezzo del Parco di Colli d'Oro all'attenzione del Campidoglio: "E' un problema che va risolto nell'immediato"

Doveva essere una Casa per tante discipline, pallavolo in testa, della Polisportiva Lazio; un impianto capace di ospitare un migliaio di persone e tanti atleti; un punto di riferimento per quegli sport considerati a torto minori e che reclamano spazi idonei e dignitosi in una città che appare sempre più capace di guardare solo al calcio, quello che conta. 

Eppure di Casa Lazio, nell'idea da intitolare allo storico portiere e dirigente biancoceleste Bob Lovati, rimane solo uno scheletro di cemento immerso in un acquitrino nel bel mezzo del Parco di Colli d'Oro. 

Li, nella pineta di Labaro, un bando aveva individuato l'area adatta per tirare su quel Palazzetto mai costruito e che ha gettato quello spazio verde - un tempo frequentato da giovani, sportivi e dalle squadre del quartiere in occasione della preparazione atletica - nell'abbandono più assoluto.

Lavori iniziati tra grandi polemiche e interrotti dopo pochi mesi, manutenzione del verde mai effettuata e tutta un'altra serie di inadempienze da parte del concessionario - la Lazio Pallavolo - che hanno indotto Roma Capitale a ritenere decaduta la concessione e a risolvere il contratto con il privato.

Dall'aprile scorso dunque - in attesa dell'eventuale ricorso al TAR - quell'area è tornata nelle disponibilità del Comune, molteplici e incerte però ad oggi le soluzioni che verranno adottate per quel che resta del Palazzetto e per un parco divenuto ormai veramente poco fruibile. 
Demolizione del tutto e ripristino del giardino pubblico; l'intervento di un privato e la prosecuzione dell'opera oppure un progetto di rigenerazione urbana che parta dal recuperabile per restituire però la "pineta" a Labaro e i suoi cittadini. 

In pieno agosto, sulla vicenda, il circolo PD di Labaro e Prima Porta ha domandato aiuto direttamente al Sindaco chiedendogli di intervenire "per risolvere il problema del palazzetto dello sport e del degrado nel parco di Colli d'Oro". Dal Campidoglio la rassicurazione sul fatto che la vicenda sarà seguita con attenzione: a quanto si apprende l'Assessore competente - sostituito Masini presente all'ultimo incontro con i cittadini - è già a lavoro sulla questione.

A stretto giro, a quanto si apprende, sul Parco di Colli d'Oro e su quello che ad oggi è un vero e proprio ecomostro si terrà un incontro pubblico affinchè, almeno questa volta, le opinioni dei residenti di Labaro vengano ascoltate. 
 

Colli d'Oro, Palazzetto dello sport fantasma nel Parco

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Casa Lazio, da Palazzetto dello Sport a ecomostro: chiesto l'intervento del Sindaco

RomaToday è in caricamento