Mercoledì, 4 Agosto 2021
Ponte Milvio Tor di Quinto / Via del Baiardo

Via del Baiardo, da campo rom a discarica. Poi il sequestro: "Ora bonifica e riqualificazione"

Dopo i sigilli posti dalla Procura lo scorso 10 ottobre il parlamentino di via Flaminia 872 ha votato un atto per chiedere bonifica e messa in sicurezza. Interrogazione in Regione: "Si avvii programma di recupero"

Arriva a pochi giorni dal sequestro dell'area da parte della Procura della Repubblica di Roma, che ne ha affidato la custodia alla Regione Lazio, il voto del Consiglio del Municipio XV favorevole alla bonifica e alla messa in sicurezza di quei sei ettari di terreno demaniale in via del Baiardo divenuti, dopo lo sgombero del campo nomadi del 2012, una vera e propria discarica a cielo aperto.

Non solo ingombranti: a due passi da Tevere e ciclabile per anni ignoti hanno sversato solventi, calcinacci, copertoni e addirittura lastre di eternit rendendo quell'area una bomba ecologica nel cuore di Roma Nord

Ieri da parte del parlamentino di via Flaminia 872 l'approvazione all'unanimità del documento presentato lo scorso luglio dalla Lista Marchini: “Il Presidente e la Giunta si impegnino presso gli organi competenti a richiedere la convocazione d'urgenza del comitato per l'ordine della sicurezza pubblica del XV Municipio, a chiudere l'accesso carrabile all'area posta sotto sequestro il 10 Ottobre scorso dalla Procura della Repubblica di Roma, e a bonificare e mettere in sicurezza l’area con lo sgombero degli insediamenti abusivi" - hanno sintetizzato i consiglieri Giuseppe Mocci e Andrea Imbimbo auspicando che si arrivi a una risoluzione del problema in tempi brevi. 

A sperare che dalle parole si passi ai fatti è anche il consigliere comunale Alessandro Onorato, sempre di Lista Marchini: "L’Amministrazione si attivi seriamente per ripristinare ordine, legalità e igiene in via del Baiardo. Non possiamo più aspettare. Ogni giorno che passa la nostra città perde una possibilità di rinascita”. 

Dal Municipio al Campidoglio fino alla Regione Lazio dove il consigliere di FdI, Fabrizio Santori, ha presentato un’interrogazione al presidente Nicola Zingaretti e agli assessori all’Ambiente e alla Infrastruture, Mauro Buschini e Fabio Refrigeri, sulla bonifica della discarica abusiva di via del Baiardo e dell’area del Tevere circostante, per la convocazione di un tavolo di confronto volto al recupero e riqualificazione di un’area abbandonata da troppo tempo "su cui la Regione Lazio ha delle gravi responsabilità". 

“Questo ambito territoriale possiede una rilevanza sociale ed economica importante, e rappresenta una risorsa ambientale culturale e turistica di importanza strategica, anche grazie alla vicinanza del fiume Tevere, in grado di divenire la spina dorsale di un progetto ambientale di tutto riguardo" - hanno sottolineato Santori e il collega di partito e consigliere del Municipio XV, Giuseppe Calendino, evidenziando la necessità di mettere a punto un programma di intervento straordinario che preveda la disponibilità di risorse aggiuntive rispetto a quelle ordinarie. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Via del Baiardo, da campo rom a discarica. Poi il sequestro: "Ora bonifica e riqualificazione"

RomaToday è in caricamento