rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Ponte Milvio Flaminio / Piazzale di Ponte Milvio

Su riordino di Ponte Milvio interviene ancora il TAR: i chioschi restano

Il Tribunale Amministrativo Regionale del Lazio ha sospeso gli atti di disdetta della concessione di occupazione di suolo pubblico per il Gun Fruit e L'Altro Chiosco: nessuna delocalizzazione, potranno restare almeno fino a giugno

Ancora una decisione del TAR  su Ponte Milvio. Dopo la sentenza che ha consentito al Panificio Nazzareno di poter ripristinare, almeno fino all'udienza dei primi di marzo, tavolini e sedie all'esterno del locale, il Tribunale Amministrativo ha accolto le richieste di "Gun Fruit" e "L'Altro Chiosco" sospendendo l'atto di disdetta della concessione di occupazione di suolo pubblico

"Considerato che parte ricorrente ha depositato documentazione da cui risulta che il chiosco removibile di cui alla concessione disdettata sarebbe interessato ad un Piano di delocalizzazione di cui, tuttavia, la difesa capitolina in sede di dibattimento - si legge nell'Ordinanza - non ha saputo fornire ulteriori e più precisi ragguagli circa l’avvio e lo stato del procedimento". 

Da qui la necessità del Collegio, "ritenuto che non può escludersi, allo stato, che il chiosco in parola rientri nel menzionato Piano di delocalizzazione", di acquisire una precisa e documentata relazione di chiarimenti da parte del competente Ufficio di Roma Capitale. Una circostanza che, nelle more dell’incombente, "consente di apprezzare positivamente l’interesse del privato alla prosecuzione dell’attività lavorativa (altrimenti compromessa irreversibilmente dallo sradicamento del chiosco) fino alla prossima camera di consiglio che si calendarizza per il 6 giugno 2017" - scrivono i giudici. 

Sussistenti quindi i presupposti per la concessione delle misure cautelari con il Tribunale Amministrativo Regionale per il Lazio (Sezione Seconda Ter) ad ordinare a Roma Capitale di depositare nella segreteria della Sezione la documentazione richiesta nel termine di trenta giorni decorrenti dalla notifica del provvedimento.

Dunque a Ponte Milvio nessuna disdetta alla concessione di occupazione di suolo pubblico per i due esercenti ricorrenti: i chioschi restano. Almeno fino al prossimo 6 giugno, data nella quale è fissata la camera di consiglio per il prosieguo del giudizio. Proprio nel pieno dell'affollatissima stagione estiva dei locali di Ponte Milvio. 
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Su riordino di Ponte Milvio interviene ancora il TAR: i chioschi restano

RomaToday è in caricamento