Ponte Milvio

Trony, Pdl: "Non abbiamo deciso noi di fare aprire un centro commerciale in quella zona"

Il presidente del Municipio XX spiega come non sia stato il Municipio a dare la concessione per l'apertura di Trony

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RomaToday

"Abbiamo fatto quello che potevamo, mobilitando tutti i vigili del XX Gruppo. Non siamo noi ad aver deciso di far aprire un centro commerciale in quella zona: le concessioni le dà il Comune. Forse Trony poteva fare l'inaugurazione di pomeriggio". Lo ha detto Gianni Giacomini, presidente Pdl del XX Municipio, di cui fa parte la zona di Ponte Milvio assediata stamani da migliaia di persone a caccia dei supersconti di un nuovo megastore, con effetti catastrofici sul traffico. "Non ho niente da rimproverarmi - ha affermato Giacomini -. Non potevamo prevedere che si presentasse così tanta gente".

"Potevano aprire di domenica? In quella zona i problemi ci sono sempre, con lo stadio Olimpico vicino e quindi le partite e i concerti. Un centro commerciale di cinquemila metri quadrati in un quartiere a ridosso del centro storico e attraversato da grandi flussi di traffico l'hanno chiesto fortemente gli operatori del mercato di Ponte Milvio, che hanno diminuito gli incassi da quando abbiamo tolto i banchi dalla piazza - commenta Giacomini -. Ora si trovano al primo piano del centro commerciale, gli altri sono di Trony".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trony, Pdl: "Non abbiamo deciso noi di fare aprire un centro commerciale in quella zona"

RomaToday è in caricamento