rotate-mobile
Martedì, 6 Dicembre 2022
Stop Diesel Euro 3 / Grottarossa / Viale Maurizio Barendson

Gualtieri estende la fascia verde: nelle periferie “confinate” scatta la protesta

Cambiano i confini della ZTL Fascia Verde, ecco tutte le novità. A Roma nord finiscono dentro stazioni e parcheggi di scambio. Così il municipio, con i cittadini in rivolta, chiede al Comune di rivedere il provvedimento

La fascia verde di Roma si allarga verso nord. Nell’ultima delibera per la prevenzione e il contenimento dell'inquinamento atmosferico la Giunta Capitolina, oltre alla regolamentazione per la circolazione dei veicoli più inquinanti con lo stop ai diesel euro 3, ha ridefinito anche il perimetro della Zona Traffico Limitato (ZTL) Fascia Verde. 

La nuova Fascia Verde di Roma

Nessun cambiamento per i quadranti sud ed est della città. Restano invariati i confini della Fascia Verde lungo via Palmiro Togliatti, via Appia Nuova e via Ardeatina, con la zona di Torricola compresa nella zona a traffico limitato. Si spostano da via del Trullo, via Affogalasino e via del Casaletto verso via Isacco Newton i confini della Fascia Verde a Portuense. Invariati quelli su via Leone XIII con i varchi a costeggiare Villa Doria Pamphili. Novità invece a Roma ovest: nella nuova mappa della Fascia Verde non compare più l’area di via Aurelia fino al Grande Raccordo Anulare con i “varchi” posti lungo Circonvallazione Aurelia, Circonvallazione Cornelia e poi come in passato sempre a costeggiare via della Pineta Sacchetti. 

La fascia verde estesa a Roma nord

Fascia verde ridotta a ovest e allungata a nord dove, pur mantenendo il confine su via Vilfredo Pareto e via Giovanni Fabbroni, il provvedimento del Campidoglio amplia l’area del divieto di circolazione ai veicoli più inquinanti ben oltre il passato varco di via dei Due Ponti. Nella Roma di Gualtieri la Fascia Verde arriva fino a Labaro. Finisce così nella zona con le limitazioni al traffico il lembo di città compreso tra via Salaria fino alla traversa di via Bolognola e la via Flaminia Nuova fino al Grande Raccordo Anulare, consolari escluse. In Fascia Verde entrano dunque quartieri come Castel Giubileo e Saxa Rubra con tanto di stazioni e parcheggi di scambio come quelli di Saxa Rubra, Grottarossa, Due Ponti, Tor di Quinto e Vigna Clara. Da qui la rivolta della periferia “confinata”. 

La mappa della fascia verde a Roma

La protesta della periferia "confinata"

“Ora da Labaro e dalla nostra periferia ci si muove solo se si hanno autovetture Euro 4 . Che vergogna” - commenta Mauro Gori del Comitato di Quartiere Labaro. “Capisco l'importanza di tutelare l'ambiente ma prima occorre mettere a disposizione mezzi di trasporto pubblici funzionanti nella medesima periferia, dove persone meno abbienti non hanno la possibilità di spendere elevate somme di denaro per acquistare nuovi veicoli, veicoli che poi si rivelano indispensabili per la vita quotidiana. E poi perché spingersi fino a Labaro, mentre - si chiede - per il resto del territorio periferico dal centro di Roma Capitale non è così?”. 

"Per via della nuova Ztl Fascia Verde voluta da Gualtieri ci sono quartieri fortemente penalizzati e sono quelli della periferia di Roma nord. Non è un segreto che spesso sono proprio i cittadini delle zone popolari e delle borgate ad avere minori disponibilità economiche, ebbene sono proprio quelli che ora faticheranno di più a rottamare un veicolo vecchio per acquistare un'auto nuova e rientrare così nelle categorie consentite” - incalza il consigliere regionale della Lega, Daniele Giannini. “Così facendo il sindaco Gualtieri, scimmiottando i provvedimenti dell'altro sindaco 'radical chic' per eccellenza, Beppe Sala a Milano, ha di fatto isolato ancora di più una certa fascia della popolazione e del territorio, a fronte di una situazione dei mezzi pubblici imbarazzante. È cosa nota che oramai il Pd raccoglie alti consensi praticamente solo nelle zone benestanti del centro di Roma, ma, a maggior ragione dopo gli effetti economici di una pandemia e del caro bollette - conclude Giannini - non si può far pagare agli abitanti delle periferie capitoline il costo della retorica 'green' tanto cara a questa sinistra".

Il Municipio XV chiede al Campidoglio di rivedere confini Fascia Verde

Numerose le lamentele della periferia a nord di Roma tanto che la maggioranza del Municipio XV ha già protocollato un ordine del giorno per chiedere al Campidoglio di fare un passo indietro e ridefinire i confini della fascia verde in modo che cittadini possano raggiungere stazioni e parcheggi di scambio ritenuti punti nevralgici per la mobilità intermodale del territorio. Da via Flaminia inoltre la richiesta al Comune di prevedere un potenziamento del trasporto pubblico con particolare riferimento alle frequenze delle corse della linea ferroviaria Roma-Civitacastellana-Viterbo, quella che congiunge la periferia nord al centro della città. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gualtieri estende la fascia verde: nelle periferie “confinate” scatta la protesta

RomaToday è in caricamento