rotate-mobile
RomaNord

A Roma Nord strade "groviera", la protesta arriva in via Flaminia: "Serve piano strutturale"

In due giorni Consiglio straordinario e manifestazione di protesta: "Non servono rattoppi"

Strade disseminate di buche da Cesano al Fleming, fenditure grosse come crateri non solo nelle stradine interne ai quartieri ma anche sulle arterie principali: condizioni aggravate dal maltempo degli scorsi giorni con la pioggia a far saltare anche i pochi rattoppi effettuati dopo gli effetti devastanti della neve.

Sulla Cassia il sit in anti buche

Gomme squarciate, danni e cadute. Così il Municipio XV, dopo il garbato richiamo alla Sindaca con i fiori piantati nelle buche, alza il tiro della protesta: i residenti della Cassia saranno in sit in in piazzale della Giustiniana giovedì 29 marzo per chiedere "interventi seri" a tutela della sicurezza stradale e dell'incolumità dei cittadini. 

Cadute e gomme squarciate sulla Cassia: a Roma Nord la fiaccolata anti buche

Consiglio straordinario sulla manutenzione stradale

Una richiesta che, in forma istituzionale, sarà avanzata anche nel parlamentino di via Flaminia 872 dove il giorno precedente alla manifestazione de La Giustiniana è stato convocato un consiglio straordinario richiesto da Forza Italia e sostenuto pure da FdI, Pd e la consigliera grillina "non allineata" al Gruppo del XV, Luisa Petruzzi. 

L'accusa al M5s di via Flaminia

"La maggioranza del XV Municipio era stata avvertita con ampio anticipo, durante i lavori d'aula per l'approvazione del Bilancio 2018, che i fondi proposti dalla Giunta Raggi erano assolutamente insufficienti per affrontare in modo serio il problema della manutenzione delle nostre strade. Nonostante ciò, il M5S ha preferito assecondare il Campidoglio piuttosto che tutelare le esigenze del territorio. Oggi, a distanza di pochi mesi, i risultati sono sotto gli occhi di tutti" - ha denunciato Giuseppe Mocci di FI chiedendo il Consiglio straordinario in XV.

L'opposizione del Municipio XV: "No ai rattoppi"

L'obiettivo è quello di sottolineare la totale inadeguatezza degli interventi che si limitano a colmare le buche, ossia i rattoppi temporanei. 

"Occorre un piano strutturale di manutenzione stradale per evitare ulteriori danni economici all'amministrazione, e alla cittadinanza, e garantire - ha concluso Mocci - maggiori livelli di sicurezza a tutela dell'incolumità delle persone".

Un piano Marshall serio per ripristinare la normalità e, qualora possibile, migliorare le condizioni preesistenti. Roma Nord non si accontenta di via Flaminia nuova, via Cassia Nuova e Corso Francia inserite nell'operazione Strade Nuove del Campidoglio: la manutenzione ordinaria su lunghi tratti di queste arterie principali annunciata dall'assessora Gatta non basta. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Roma Nord strade "groviera", la protesta arriva in via Flaminia: "Serve piano strutturale"

RomaToday è in caricamento