rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
RomaNord Olgiata

Rifuti, Leli: "Addio Malagrotta e addio malaffari"

"A Roma inizi nuovo (ri)ciclo"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RomaToday

"Addio Malagrotta e addio anche ai malaffari. Da oggi Roma e Ama diano inizio a un nuovo ciclo, fatto di ri-ciclo e differenziata spinta".

Lo scrive in una nota il Presidente del Club di Forza Silvio in XV Municipio, Vincenzo Leli.

"Alla luce dell'arresto dell'uomo simbolo della gestione rifiuti romana, improntata su un modello operativo passato, superato, e soprattutto sospetto, ci rivogliamo in particolar modo al sindaco Marino - spiega Leli - perché la smetta con i proclami e gli attacchi agli 'scopini' dell'AMA, prenda in mano la situazione dando un'accelerata definitiva all'inversione di tendenza di cui tanto parlò in campagna elettorale"

"Organizzino sin da subito un rapido e globale piano virtuoso di raccolta dei rifiuti urbani tramite il coinvolgimento serio e partecipato dei Municipi, primo avamposto della politica sul territorio e, peraltro questa volta, per una strana congiuntura astrale, tutti battenti la stessa bandiera".

"L'Ama, azienda più grande d'Europa del settore, con 8 mila dipendenti, gestendo in prima persona lo smaltimento ed evitando le partnership private, può diventare finalmente impresa e assumere il ruolo di protagonista assoluta di un business d'oro quale quello dei rifiuti, puntando a fare della Capitale la città più 'riciclona' d'Italia".

"E' di questo che hanno fame i romani. Servono progetti e interventi rapidi quartiere per quartiere, coinvolgendo i cittadini, ormai pronti, in un'iniziativa di civiltà e modernità al pari con le capitali del nord Europa, mettendo in piedi la più grande sfida ecologica e virtuosa che Roma abbia mai conosciuto: la razionalizzazione dell'ambiente che ci circonda".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rifuti, Leli: "Addio Malagrotta e addio malaffari"

RomaToday è in caricamento