RomaNordToday

A Roma Nord "scuole calde" a singhiozzo: disagi dal Fleming a La Storta

Nonostante l'iniziativa promossa dalla Sindaca rientro tra i banchi da brivido in alcuni plessi del Municipio XV. L'Assessore Russo: "Interventi di ripristino caldaie, chiesto pure prolungamento operazione"

Tubi ghiacciati e caldaie messe ko dalle temperature gelide di questi ultimi giorni: così in alcuni plessi scolastici di Roma e pure del Municipio XV a nulla è servita l'operazione "scuole calde" promossa dalla Sindaca Raggi che negli scorsi giorni, ricalcando il provvedimento già messo in atto nel 2014 dall'ex assessore alla scuola Masini, aveva chiesto a dirigenti e personale di accendere i termosifoni 24 ore prima del ritorno degli alunni in classe. Ma per qualcuno il rientro tra i banchi di scuola è stato davvero da brivido.

A Grottarossa gli alunni di Fosso del Fontaniletto, causa aule gelide, sono stati rimandati a casa; caldaia in tilt anche all'asilo nido di via Baccano con i bambini ripresi dai genitori alle 12: impossibile infatti fare il riposino pomeridiano a quelle temperature alle quali per tutta la mattina hanno resistito, insieme ad insegnanti ed educatrici, indossando piumini e giacche. Disservizi simili sono stati registrati, con pure il riscontro dei tecnici del Municipio XV, alla scuola di via Nitti al Fleming, alla Castelseprio di Labaro, alla  Pagina Magica de La Giustiniana e alla Parco di Veio oltre che al nido Mago di Oz de La Storta e alla Karol Wojtyla di Prima Porta.

Eppure via Flaminia 872, su indicazione del Campidoglio, aveva chiesto "a tutti i dirigenti scolastici di ottemperare all’Ordinanza della Sindaca", e di verificare che gli impianti di riscaldamento nelle scuole fossero attivati 24 ore prima della ripresa delle attività didattiche. E che lo fossero, evidentemente, senza alcun intoppo.

"Ovviamente tale comunicazione non è stata formulata in via ufficiale, stante il periodo di pausa natalizia che non ha permesso di protocollare atti, ma è avvenuta per le vie brevi contattando personalmente tutti i dirigenti scolastici, affinché tale provvedimento fosse effettivamente adottato" - ha fatto sapere l'Assessore alla Scuola del Municipio XV, Pasquale Russo, ricordando come in caso di segnalazione di guasti da parte dei dirigenti stessi, come precisato dalla Sindaca, sarebbe stata operativa una squadra del SIMU pronta ad intervenire per ovviare i disservizi.

Ma qualcosa, tra comunicazione ed efficienza, nelle scuole del Roma Nord deve essere andato storto lasciando gli alunni, con i nidi ad emergere nella triste statistica, rimasti al freddo.

Ma gli uffici del Quindicesimo non sono rimasti a guardare: "I nostri uffici hanno comunque effettuato autonomamente un controllo, a seguito del quale si sono riscontrati disservizi nei seguenti plessi scolastici: via Nitti; Castelseprio; Pagina Magica; Parco di Veio; Mago di Oz; via Baccano; Karol Wojtyla" - ha informato Russo.

In tali plessi, fanno sapere da via Flaminia 872, "è stato effettuato un intervento per ripristinare l’impianto di riscaldamento, ed è stato contestualmente richiesto il prolungamento dell’operazione “scuole calde” al fine di assicurare un ambiente confortevole alla relativa utenza". A partire però da domani.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Primark inaugura a Roma: lunghe file dalle prime ore del mattino

  • Roma, la mappa del contagio dell'ultimo mese: ecco i municipi e i quartieri con più casi

  • Apre Maximo Shopping Center, un nuovo centro commerciale a Roma: 160 negozi sulla Laurentina. Grande attesa per Primark

  • Camorra, "a Roma comanda tutto lui": il cartello della droga di Michele Senese. Ecco come aveva diviso la Capitale

  • Incidente sulla Pontina: l'auto ha un'avaria, lui scende e viene investito da un tir. Morto 43enne

  • La pasticceria di Roma premiata con "Tre Torte" dal Gambero Rosso: è tra le migliori d'Italia

Torna su
RomaToday è in caricamento