menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

L'ennesimo incidente spaventa il quartiere: "Dal 2015 chiediamo rotatoria, ma nessuno ci ascolta"

La petizione di cinque anni fa è rimasta lettera morta, Osteria Nuova chiede di prevedere una terza rotatoria oltre le due in programma su via Braccianese: “Bisogna salvaguardare incolumità”

Mille e seicento firme non sono bastate a smuovere qualcosa: l’incrocio tra via Braccianese, via Santa Maria di Galeria e via della Stazione di Cesano è ancora orfano di quella rotatoria che i residenti chiedono da tempo. 

Una terza rotatoria per la Braccianese: la petizione

Era infatti il 2015 quando gli abitanti di quella periferia all’estremo nord del Municipio XV hanno lanciato la petizione per chiedere la messa in sicurezza del crocevia, teatro di numerosi incidenti più o meno gravi. Ieri l’ennesimo scontro con il quartiere a tornare battagliero e ribadire la necessità di dotare quel tratto di strada di una rotonda. 

“Dal 2015 i cittadini della zona con oltre 1600 firme hanno richiesto in più occasioni e a tutti gli organi amministrativi (Prefetto compreso), di occuparsi della messa in sicurezza di quell'incrocio e predisporre una rotatoria a moderazione del traffico. È impensabile dopo 5 anni aver ottenuto men che zero risultati ai fini della salvaguardia dell' incolumità degli utenti. È inammissibile continuare a tergiversare sulla messa in sicurezza di quel crocevia così tanto trafficato e pericoloso” – scrive Giandaniele Giampaoli del comitato spontaneo pro rotatoria. 

La riqualificazione ambientale di Osteria Nuova

L’obiettivo è quello di far rientrare l’intervento tra quelli previsti nell’ambito della riqualificazione ambientale di Osteria Nuova da realizzare con il milione di euro circa di fondi destinati dal Cipe, il Comitato interministeriale per la programmazione economica, al Municipio XV come misura di compensazione territoriale per quei siti che ospitano centrali nucleari e impianti del ciclo del combustibile nucleare. Nel caso di Osteria Nuova il centro dell’Enea Casaccia. 

Non solo dunque le previste rotatorie tra l'Anguillarese e via Quero, in prossimità della scuola, e al posto del pericoloso incrocio tra Anguillarese e Braccianense. Gli abitanti vogliono la terza rotonda.

Osteria Nuova sogna la riqualificazione ambientale: un milione per rotatorie e pedonabilità

L’allarme dei residenti: “In caso di incidente nucleare sarà caos”

“Questo progetto elaborato per il Borgo di Osteria Nuova non può ritenersi completo e omogeneo senza essere esteso anche al terzo svincolo” – scrive il Comitato. I residenti ne fanno anche una questione di sicurezza: “In caso di incidente nucleare bisognerà evacuare in modo corretto e fluido, non caotico”. Insomma senza rotatoria sarebbe il caos, lo è anche nei giorni di viabilità ordinaria. “Senza provvedere alla costruzione della terza rotatoria si perderebbero tutti gli effetti benefici degli interventi sui precedenti incroci: inquinamento acustico, atmosferico e caos traffico sarebbero solo spostati pochi metri più in la”. 
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento