RomaNordToday

Rifiuti, impianto di compostaggio a Cesano: "Sconcertati da poca trasparenza 5 Stelle"

Tra i siti individuati per uno degli impianti della Capitale un terreno tra Cesano e Osteria Nuova: tra le antenne di Radio Vaticana e le scorie dell'ENEA. Centrodestra sul piede di guerra: "Occorreva ascolto preventivo del territorio"

grafica: Giuseppe Mocci

L'impianto di compostaggio a Cesano. A confermare quella che negli ultimi giorni sembrava solo un'ipotesi il presidente della Commissione Ambiente capitolina, Daniele Diaco. "Cesano e Aurelia. Questi siti sono stati individuati dai Municipi, ora bisogna ascoltare i cittadini, ma sicuramente come zone sono idonee per una impiantistica" - ha detto l'esponente pentastellato a margine di una riunione. 

L'area prescelta dovrebbe essere quella lungo via della Stazione di Cesano, poco più su di Osteria Nuova: proprio tra le antenne di Radio Vaticana e l'ENEA Casaccia, due elementi che li i residenti sentono già come ingombranti. 

Una decisione già presa sulla quale adesso però Campidoglio e Municipio apriranno al confronto con i cittadini: in via Flaminia 872, da parte delle opposizioni, è già arrivata la richiesta di un consiglio straordinario sul tema da tenersi proprio a Cesano o Osteria Nuova

Intanto però, in attesa che venga stabilita la data, il centrodestra annuncia battaglia sottolineando il mancato coinvolgimento preventivo del territorio e la scarsa trasparenza della manovra Cinque Stelle sull'impianto di compostaggio a Cesano. 

"Qualcuno chiami Grillo, a Roma va in scena l'ennesima buffonata. Non consentiremo ai grillini di fare discariche a Cesano. Ho chiesto un incontro con il prefetto di Roma, non è tollerabile che la periferia romana paghi il prezzo dell'incapacità amministrativa dei Cinque Stelle. I cittadini non ne possono più" - ha fatto sapere in una nota il consigliere regionale del Lazio, Giuseppe Cangemi. 

"Un tema così importante non può essere affrontato senza tenere in considerazione, in modo preventivo, il Consiglio Municipale e la cittadinanza interessata. Per queste ragioni abbiamo chiesto al presidente del Consiglio del XV Municipio di convocare urgentemente un'assemblea straordinaria sulla questione. Rimaniamo sconcertati dal comportamento dei Cinque Stelle che, alla faccia della tanto sbandierata trasparenza, prendono decisioni importanti nelle segrete stanze" - il pensiero del consigliere della Lista Marchini, Giuseppe Mocci. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Lazio zona arancione? Oggi la decisione

  • Coronavirus, nel Lazio chiusi negozi e supermercati alle 21: la nuova ordinanza della Regione

  • Centro commerciale Maximo di Roma: ecco quali sono i negozi presenti all'interno

  • Coronavirus Roma, Matteo si fa ricoverare insieme allo zio down positivo al Covid: "Non potevo lasciarlo solo"

  • Sciopero trasporti mercoledì 25 novembre: a rischio metro, bus, treni e pullman Cotral

  • Coronavirus, a Roma 1305 nuovi casi. Nel Lazio 80 morti nelle ultime 24 ore. I dati del 18 novembre

Torna su
RomaToday è in caricamento