rotate-mobile
Domenica, 2 Ottobre 2022
La Storta

Nel mercato bagni chimici mai arrivati: “Così il piazzale è diventato un orinatoio maleodorante”

La denuncia della Lega sul mercato di via Belardinelli: "Non si può chiedere agli operatori di resistere per ore, ma residenti esasperati da scenario degradante e cattivi odori"

Il mercato rionale dell’Olgiata è senza servizi igienici, così il muro di alcune abitazioni private che affacciano sulla piazzetta di via Giuseppe Belardinelli si è trasformato in una sorta di vespasiano a cielo aperto. E’ questa la denuncia della Lega in seguito alle segnalazioni di alcuni residenti esasperati dall’alone persistente sull’intonaco e dall’odore sgradevole. Vane le segnalazioni e la richiesta di installare i bagni a servizio di operatori e clientela del mercato. 

Niente bagni per gli operatori del mercato: il muro diventa un vespasiano

“Il problema non sono gli ambulanti del mercato, a cui certo non si può chiedere di 'resistere' dalle ore 7 fino alle 14.30 senza avere la necessità di andare in bagno, soprattutto ora che con questo caldo si beve di più. Il problema è che mancano i bagni chimici, nonostante ci sia da anni la predisposizione degli stessi proprio nell'area dove c'è la fontanella dell'acqua” – spiega Valeria Velo, imprenditrice candidata come consigliere al municipio XV con la Lega. 

“Ho inviato una PEC per sollecitare l'amministrazione del Comune di Roma e del municipio a provvedere all'installazione dei bagni al più presto, perchè ora si è aggiunto il green pass a limitare l'accesso all'interno dei bar, per usufruire dei servizi igienici”. 

Il mercato dell'Olgiata "tra sporcizia e pericoli"

Ma non solo l’assenza dei servizi igienici. “Al mercato di via Belardinelli – conclude l'esponente Lega – l'amministrazione targata 5stelle è assente da cinque anni: proprio dove sono i banchi, nel piazzale-parcheggio davanti al supermercato, c'è un palo della luce divelto. E' un pericolo costante sia nei giorni di mercato sia per i cittadini che quotidianamente si recano alla Conad. Inoltre, ci sono sporcizia , rifiuti sparsi ovunque e le potature da fare di un canneto alto oltre due metri che ostruisce la visuale all'incrocio per uscire dal parcheggio”.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nel mercato bagni chimici mai arrivati: “Così il piazzale è diventato un orinatoio maleodorante”

RomaToday è in caricamento