Mercoledì, 20 Ottobre 2021
La Storta Via della Stazione di Cesano, 837

Impianto di compostaggio a Cesano, c’è chi dice sì: “Non è discarica, contestare è folle”

I Radicali d'accordo con il progetto del Comune: "Si lavori su punti autorizzatvi, no a contestazioni a priori". La Lega: "E' decisione scellerata"

"A Roma il problema dei rifiuti non si risolverà mai se per la costruzione di ogni impianto si scatena il putiferio. Si è arrivati al paradosso di contestare anche gli impianti di compostaggio: siamo alla follia" - Massimiliano Iervolino, segretario di Radicali Italiani, si schiera a favore della realizzazione dell’impianto di compostaggio che il Comune vuole realizzare a Cesano. 

L'impianto di compostaggio a Cesano

Un sito per il recupero di rifiuti urbani biodegradabili provenienti da raccolta differenziata mediante compostaggio: ossia bio ossidazione aerobica per trasformare la frazione organica e lo scarto verde in compostato misto di qualità da utilizzare in ambito agricolo, forestale e florovivaistico. Capacità di trattamento complessiva di 60 mila tonnellate l’anno di cui 50mila di rifiuti organici e 10mila di rifiuti verdi. 

Il via libera della Regione: "C'è compatibilità ambientale"

Nei giorni scorsi la “compatibilità ambientale” dell’impianto dichiarata dalla Regione Lazio nella Valutazione di Impatto Ambentale (VIA). Un via libera alla realizzazione dello stabilimento accompagnato da oltre sessanta punti di prescrizioni generali e autorizzative da rispettare. 

Critici i residenti che si battono contro il sito di Ama: “E’ una vera e propria aggressione ad una periferia già satura” - hanno commentato ricordando la presenza in zona del depuratore di Acea, delle antenne di radio Vaticana e delle scorie nucleari custodite dal centro di ricerca Enea Casaccia. 

Compostaggio a Cesano, c'è chi dice sì

Un impianto al quale invece plaudono i Radicali. "Nel caso di Cesano parliamo di raccolta differenziata e di un impianto di recupero di materia. Non si discute quindi né di discariche né di inceneritori, eppure ci sono partiti che, per piccolo tornaconto personale, tuonano contro l'impianto. È una vergogna: così facendo Roma non risolverà mai i suoi problemi. Per l'impianto di Cesano peraltro c’è anche la pronuncia di “compatibilità” della Regione Lazio, con più di sessanta punti di prescrizioni autorizzative. Si lavori su quelle ma - ha scritto iervolino in una nota - non si continui con guerre partitocratiche e ideologiche: Roma ha bisogno di ben altro".

Dopo la perplessità del Pd, con il capogruppo in Municipio XV Daniele Torquati ad etichettare la scelta di porre a Cesano l'impianto di compostaggio come "folle e dannosa", contrarietà anche dalla Lega. Contraria la Lega. “Una decisione scellerata che andrebbe ad appesantire una zona già provata da numerosi disagi, che davvero non può permettersi anche un impianto di compostaggio. La Lega sulla questione - ha promesso Andrea Nardini e Andrea Zaccardini - darà battaglia in tutte le sedi”. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Impianto di compostaggio a Cesano, c’è chi dice sì: “Non è discarica, contestare è folle”

RomaToday è in caricamento