La Storta Via Giovanni Palatucci

Palazzetto dello sport di Cesano, da opera fantasma a (quasi) realtà: “Accoglierà 600 spettatori”

L'impianto sportivo atteso da oltre dieci anni verso il completamento, Raggi: "Così valorizziamo periferie"

La copertura in legno montata e quasi completa, intorno gru e operai al lavoro: il palazzetto dello sport di Cesano non è più un’opera fantasma. Addio al cantiere abbandonato e pericoloso: trasformato in una giostra del rischio, tra arrampicate e percorsi non autorizzati, dagli adolescenti di zona. L’impianto sportivo prende forma. 

Il palazzetto dello Sport di Cesano atteso da oltre 10 anni

Una struttura che Cesano, estrema periferia del Municipio XV, attende da oltre dieci anni. Tra cantiere a intermittenza, blocchi e contenziosi l’opera era rimasta incompiuta dal 2009. Nel 2015, sotto la Giunta Marino, il finanziamento di 1 milione e 700mila euro per dare inizio alla seconda fase dei lavori, due anni dopo la conferma dei fondi dal Campidoglio nel frattempo diventato grillino. Gara espletata e cantiere riavviato nel settembre del 2017, poi l’ennesimo stop dovuto ad un contenzioso tra la ditta vincitrice dell’appalto e il Comune a far rimpiombare l’opera nello stallo totale. 

Copertura in legno e campi: il palazzetto "ospiterà 600 spettatori"

Fino all’agosto scorso quando i lavori per la realizzazione del palazzetto dello sport di Cesano sono ricominciati a pieno regime. “Dopo molti anni siamo riusciti a riavviare un cantiere fondamentale per quest’area, vista l’assenza di impianti sportivi pubblici. La copertura in legno sta per essere completata. Sono in corso gli ultimi lavori, coordinati dal Dipartimento Simu, e successivamente - ha detto la sindaca di Roma, Virginia Raggi - sarà possibile iniziare gli interventi per la realizzazione del campo da gioco e per la sistemazione di tutto il piano terra”. 

Raggi: "Così valorizziamo periferie"

La struttura, una volta terminata, sarà in grado di accogliere circa 600 spettatori. Un impianto a disposizione di quel quadrante all’estremo della città: “Potrà essere disponibile per le scuole del quartiere o per favorire l’avviamento dei nostri ragazzi a discipline sportive come il basket, la pallavolo il calcetto femminile”. 

“Valorizzare le periferie - ha rivendicato Raggi - significa anche investire nello sport e nella costruzione di impianti pubblici. Vogliamo potenziare il numero di infrastrutture a disposizione dei cittadini e del territorio per rendere i quartieri più accoglienti e vivibili”. 
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Palazzetto dello sport di Cesano, da opera fantasma a (quasi) realtà: “Accoglierà 600 spettatori”

RomaToday è in caricamento