rotate-mobile
Lunedì, 24 Giugno 2024
La Storta Via del Ponte degli Incastri

Cesano protesta contro l’antenna spuntata dal nulla: “No a quartiere concentrato di elettrosmog”

In via Ponte degli Incastri il ripetitore montato senza che in Municipio XV sia arrivata la documentazione per la pubblicazione e raccolta delle opposizioni del territorio: “Rispetto per la salute”

“Difendiamo la nostra salute”, “No all’elettrosmog” - sono questi i cartelli esposti dai residenti di Cesano che ieri, nel martedì di santi Pietro e Paolo, hanno manifestato contro l’installazione dell’antenna di via Ponte degli Incastri. Una quarantina gli abitanti del quartiere del lembo più estremo di Roma nord che hanno preso parte al sit-in convocato proprio all’ombra del pennone che da qualche giorno svetta tra i tetti di quella periferia. 

La protesta di Cesano contro l'antenna

Un ripetitore alto trenta metri, “installato all’insaputa di tutti” - ripetono i cittadini. Si perchè la documentazione relativa a quell’antenna “in Municipio non è mai arrivata” - hanno fatto sapere da più schieramenti politici i consiglieri del Quindicesimo. Il Dipartimento PAU, che avrebbe dovuto inviare tutta la documentazione necessaria affinché il municipio pubblicasse l'avviso e informasse la cittadinanza per produrre eventuali opposizioni, non lo ha fatto: da capire dunque se la mancata possibilità di pubblicare la richiesta e raccogliere eventuali osservazioni o comunicazioni di opposizione, come previsto dal regolamento del 2015, costituisca un vizio o meno per la procedura e se si possa procedere all’annullamento della autorizzazione.

La protesta di Cesano contro l'antenna

A Cesano un'antenna di 30 metri spuntata "all'insaputa di tutti"

Intanto Cesano è sul piede di guerra. La tematica dell’elettrosmog nel territorio che per anni ha combattuto contro le antenne di Radio Vaticana è da sempre molto sentita. “Cara Sindaca, rispetto per la salute dei tuoi cittadini. O no?” - recita un cartello affisso su uno dei cancelli che guarda il ripetitore. 

“Questa antenna si viene a trovare in linea d'aria a pochi centinaia di metri dell'antenna installata in via Colle Febbraro, quest'ultima da quando è stata installata ha già  avuto autorizzazione ad incrementare la potenza e sarebbe necessario tenere sotto controllo tale potenza, in maniera da rimanere entro i limiti di legge. Quindi la presenza di due ripetitori molto vicini fa seriamente preoccupare la popolazione di Cesano” - scrivono i cittadini. “Dopo decenni di Radio Vaticana continua lo sfruttamento di Cesano quale luogo dove concentrare l'inquinamento elettromagnetico. È  giusto che il progresso vada avanti , ma nel rispetto delle regole e delle norme”. 

Cesano, spunta un’antenna di trenta metri: “Ma nessuno sapeva nulla”

Il Municipio XV chiederà stop ai lavori e rimozione

Vogliono vederci chiaro e annunciano battaglia i residenti di via Ponte degli Incastri e dintorni. Presenti al sit-in, insieme al comitato di quartiere, anche i consiglieri Agnese Rollo e Daniele Torquati del Pd; Giuseppe Mocci della Lega e Domenico Corrao del M5s. Oggi la seconda commissione trasparenza capitolina sulla questione; giovedì il consiglio municipale per discutere e votare un atto firmato da tutte le forze politiche che chiede lo stop dei lavori e la rimozione del manufatto. Di quell’antenna di trenta metri spuntata all’improvviso.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cesano protesta contro l’antenna spuntata dal nulla: “No a quartiere concentrato di elettrosmog”

RomaToday è in caricamento