RomaNordToday

Cesano, a fuoco il parco della rotonda: "Due mesi di segnalazioni inascoltate"

In fumo l'area verde dietro la Chiesa di San Sebastiano per la quale anche gli scout a inizio giugno avevano chiesto sfalcio e manutenzione. Mocci: "La Sindaca 7 e mezzo solo in condotta, per il resto sotto al 5"

foto facebook: Claudio M.

Cesano brucia. Dopo il rogo che nei giorni scorsi ha investito la vallata appena sotto il borgo, un nuovo incendio ha carbonizzato buona parte del parco dietro la chiesa: quello che l'intero quartiere chiama "della rotonda".

Uno spazio sul quale proprio all'inizio di giugno gli scout avevano voluto accendere i riflettori: una grande festa di zona per ribadire la necessità di manutenzione di quel luogo tanto caro quanto dimenticato.

A nulla però sono valse le segnalazioni dei giovani, come pure quelle inserite nella nota del consigliere Mocci che il 17 maggio chiedeva all'assessorato all'ambiente del Municipio XV di provvedere ad uno sfalcio per "ripristinare le condizioni di sicurezza" di quell'area come di tante altre simili nel quartiere. Nulla da fare. Risorse e personale scarso, programmazione deficitaria: così il parco "della rotonda" è andato in fumo. 

"Il problema dell'erba alta e secca era stato già segnalato il 17 maggio 2017 e tale problematica è stata nuovamente ribadita lo scorso 1 giugno all'incontro organizzato dal gruppo scout. In quell'occasione, tra l'altro, erano presenti autorevoli esponenti della maggioranza municipale. Nonostante ciò l'amministrazione comunale non è ancora intervenuta in modo risolutivo e proprio l'area verde situata dietro la chiesa di San Sebastiano è andata a fuoco" - ha scritto il consigliere della Lista Marchini in Municipio XV, Giuseppe Mocci, ringraziando i Vigili del Fuoco che sono riusciti a domare l'incendio in modo tempestivo. 

"Bene tale intervento che ha sicuramente evitato il peggio. Male l'amministrazione comunale che non considera in modo giusto la 'situazione straordinaria' di quest'anno, dove purtroppo sono già tre mesi che non piove e l'erba secca è presente ovunque. Mentre il Sindaco di Roma si 'auto promuove' con un bel 7 e mezzo - prosegue Mocci - le strade e le aree verdi comunali continuano ad essere lasciate all'incuria. Purtroppo, in una situazione del genere, il pericolo incendi è sempre dietro l'angolo. Che dire, anche stasera è andata... Speriamo che questa lezione sia utile per un cambio di rotta già da domani. Al momento, come già qualcuno ha scritto, il 7 e mezzo - ha concluso critico il consigliere di Lista Marchini - è solo in condotta... per il resto siamo sotto il 5"
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Lazio zona arancione? Oggi la decisione

  • Coronavirus, nel Lazio chiusi negozi e supermercati alle 21: la nuova ordinanza della Regione

  • Centro commerciale Maximo di Roma: ecco quali sono i negozi presenti all'interno

  • Coronavirus Roma, Matteo si fa ricoverare insieme allo zio down positivo al Covid: "Non potevo lasciarlo solo"

  • Sciopero trasporti mercoledì 25 novembre: a rischio metro, bus, treni e pullman Cotral

  • Coronavirus, a Roma 1305 nuovi casi. Nel Lazio 80 morti nelle ultime 24 ore. I dati del 18 novembre

Torna su
RomaToday è in caricamento