rotate-mobile
Martedì, 27 Febbraio 2024
La Storta Cesano / Via della Stazione di Cesano, 423

Cesano avrà la sua "casa della comunità" all'interno del "Fabbricato 31"

Il Ministero della difesa concederà alla Asl Roma 1 gli spazi della Scuola di Fanteria

Una “casa della comunità” all’interno del “Fabbricato 31” della Scuola di Fanteria di Cesano. È quanto prevede il protocollo d’intesa firmato dal Ministero della difesa, proprietario dell’immobile, e la Regione Lazio che realizzerà, all’interno dell’edificio, un nuovo presidio sanitario. L’intervento costerà, in totale, circa un milione e mezzo di euro, soldi arrivati grazie al Pnrr che hanno imposto, altresì, un’accelerazione improvvisa dei tempi per non perdere questa opportunità.

Infrastrutture militari

Nel protocollo si spiega che il Ministero della difesa, anche in considerazione della riorganizzazione delle forze armate attualmente in corso, “considera di primaria importanza la migliore utilizzazione e gestione economica delle infrastrutture militari”. Un obiettivo da perseguire realizzando attività di razionalizzazione della presenza militare e di valorizzazione “mediante l’attribuzione di destinazioni urbanistiche agli immobili non più necessari agli usi militari, in tutto o in parte”. Una commistione, insomma, tra società civile e militari, per un maggiore benessere dell’intera collettività.

Il “Fabbricato 31”

Il “Fabbricato 31” è risultato idoneo a soddisfare le esigenze di natura logistico-sanitarie sia del ministero che dell’Asl Roma 1, competente sul territorio. Inoltre, “la sua favorevole ubicazione consente di rispondere alle richieste di prestazioni sanitarie da parte della cittadinanza residente anche nelle località limitrofe a Cesano e ricomprese in parte anche nel territorio di competenza della confinante Asl Roma 4". Grazie a queste considerazioni si è potuti quindi arrivare alla concessione alla Asl Roma 1 dell’immobile, eccezion fatta per le aree attualmente in uso dalla “Associazione del Fante”.

Ovviamente siamo ancora agli inizi visto che mancano ancora i rilievi geometrici ed architettonici, statici, fotografici, indagini preliminari ed ambientali, studi di fattibilità ed analisi tecniche, necessari per lo sviluppo successivo delle relative attività progettuali.

I compiti della Regione Lazio

La Regione Lazio, secondo l’accordo sottoscritto, dovrà ricondurre all’Asl Roma 1 tutta una serie di attività. Prima di tutto, la presa in carico del “Fabbricato 31” per procedere, in seguito, a frazionare ed enucleare l’area di pertinenza. Inoltre, dovrà assicurare l’uso duale, all’interno della “casa della comunità”, a favore del personale in servizio presso la Scuola di Fanteria di Cesano.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cesano avrà la sua "casa della comunità" all'interno del "Fabbricato 31"

RomaToday è in caricamento