Martedì, 3 Agosto 2021
Grottarossa Grottarossa

Sfollati di via Grottarossa: “Vogliamo conoscere il nostro futuro”

L'amministratore della palazzina Fabrizio Mocci: “ Le famiglie non sanno se la struttura è sicura e quando potranno tornar nei loro appartamenti”



“Che ne sarà di noi?”. Se lo chiedono gli sfollati dalla palazzina di via Grottarossa dove sabato a mezzanotte si è verificata un' esplosione che ha provocato tre feriti gravi , oltre a gravissimi danni alla struttura. Gli appartamenti sgomberati sono 13, a cui si sono aggiunti successivamente altri 25.

"Le famiglie non sanno se la struttura è sicura e quando potranno tornar nei loro appartamenti. Vogliono conoscere il loro futuro", ha detto l'amministratore della palazzina, Fabrizio Mocci. La palazzina resta per ora ancora inagibile a causa dell'esplosione avvenuta per una fuga di gas. L'amministratore ha ringraziato il tempestivo intervento dei soccorsi forniti dalle forze dell'ordine, dai vigili del fuoco, dalla protezione civile del Comune e dal 118 e per l'assistenza fornita per il recupero degli effetti personali negli appartamenti.

La maggior parte degli sfollati sono alloggiati presso dei residence messi a disposizione dal Comune di Roma e dalla Protezione civile. Sulle cause ancora mistero. Infatti oltre alla fuga di gas accidentale c'è anche l'ipotesi di tentativo di suicidio di una delle persone poi rimaste ferite.









Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sfollati di via Grottarossa: “Vogliamo conoscere il nostro futuro”

RomaToday è in caricamento