Venerdì, 19 Luglio 2024
Grottarossa Grottarossa / Via di Grottarossa

Grottarossa, l'odio nero colpisce la panchina rossa del parco. Pezzi usati per formare una svastica

Ignoti hanno vandalizzato l'installazione di Parco Papacci. Distrutte anche delle fioriere

Con i pezzi divelti è stata formata una svastica. È stata vandalizzata la panchina rossa del Parco della Pace Emilio Papacci, a Grottarossa, nella notte tra domenica 23 e lunedì 24 giugno. Nel parco dove è intitolato il viale a Settimia Spizzichino, unica donna tornata a Roma dei 1.023 ebrei strappati dal ghetto la mattina del 16 ottobre 1943, ignoti si sono scatenati deturpando la panchina che già in passato era stata oggetto di atti vandalici.

Vandalizzata la panchina rossa di Parco Papacci

Il Parco della Pace, anche conosciuto semplicemente come Parco Papacci, è un vero e proprio punto di riferimento del quartiere, uno dei più popolosi di Roma Nord. Quanto accaduto rende ancora più attuale il clima “nero” che si sta respirando nella Capitale, tra assalti a pub di sinistra, aggressioni fasciste ed oltraggi alle tombe di Berlinguer  e Matteotti.  

“E’ un atto vile e ignobile quello accaduto al Parco della Pace a Grottarossa, dove oltre ad essere state vandalizzate delle fioriere, è stata danneggiata una panchina rossa pitturata contro la violenza di genere e con gli stessi legni è stata disegnata in terra una svastica di grandi dimensioni” ha scritto, in una nota, il presidente del XV Municipio, Daniele Torquati.

Vandali_Grottarossa_2-2

Una vera e propria “oscenità perpetuata in una delle aree verdi diventata, negli ultimi anni, punto di riferimento per l’intero quartiere e simbolo di condivisione e aggregazione per una delle zone più popolose e di Roma Nord; solo lo scorso sabato avevamo partecipato ad una manifestazione sportiva di pugilato gratuita e aperta a tutti della palestra popolare di Grottarossa”.

vandali grottarossa 3

“Non ci fermeremo né ci spaventeremo – ha assicurato Torquati - questa ennesima violenza, che sento di condannare a nome di tutta l'amministrazione e dell’intera comunità, non scalfirà l’impegno che tante e tanti mettono quotidianamente per migliorare la nostra città e in favore dei nostri territori” ha concluso.

Vandali in azione a Parco Papacci

Purtroppo non è la prima volta che questo parco urbano viene preso di mira dai vandali. A gennaio 2022 era stata distrutta l’area ludica inclusiva installata pochi giorni prima. Prima ancora, i residenti avevano segnalato la presenza di bivacchi e sporcizia nell’area. Da qui la richiesta di maggiori controlli, come la proposta avanzata dal consigliere di Forza Italia, Stefano Peschiaroli, di installare telecamere di videosorveglianza. La risoluzione era stata però bocciata dalla maggioranza: “Punteremo - aveva detto l’assessore municipale all’ambiente, Marcello Ribera - molto sulla sensibilizzazione, specialmente nelle scuole, per educare al rispetto dei beni comuni”. Qualcosa, visto quanto accaduto, non ha però funzionato.

Le reazioni 

“Questo non è un semplice atto vandalico - ha dichiarato, in una nota, l’assessora alle Attività produttive e alle Pari opportunità di Roma, Monica Lucarelli - ma un grave episodio che solleva questioni di sicurezza e legalità nella nostra città. Chi si rende protagonista di gesti come questo è mosso da odio e intolleranza, sentimenti che purtroppo vengono in qualche modo legittimati da un clima generale che respiriamo a livello nazionale”.

“Questa Amministrazione è impegnata in prima linea per contrastare qualsiasi forma di intolleranza e garantire la sicurezza e la coesione sociale. Il mio assessorato – ha affermato Monica Lucarelli - è pienamente disponibile a collaborare con il presidente Torquati per ogni azione necessaria, sia per individuare i responsabili di questo vile gesto, sia per rafforzare la visibilità e il significato dei simboli della nostra lotta contro la violenza di genere. Roma deve essere una città in cui ogni persona si sente sicura e rispettata, e faremo tutto il possibile per realizzare questo obiettivo".

"Alzare le difese democratiche contro gli atti, purtroppo sempre più frequenti, che richiamano ad un periodo nero della storia italiana - ha scritto  in una nota la presidente dell'Assemblea capitolina, Svetlana Celli - anche l'ultimo episodio avvenuto al Parco della Pace a Grottarossa, con il danneggiamento di una panchina rossa contro la violenza di genere e il disegno di una grande svastica, devono indurci ad una profonda reazione. Alla condanna e all'individuazione dei responsabili, dobbiamo unire un'azione incisiva per opporci ai rigurgiti di odio e violenza di stampo nazi-fascista che stanno riaffiorando negli ultimi tempi con l'intento di minare la convivenza civile del nostro Paese. Non possiamo assistere passivamente, ma insieme dobbiamo mettere in campo tutti gli sforzi per affermare una cultura democratica, fondata sui valori della Costituzione, a tutela della libertà e dei diritti".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Grottarossa, l'odio nero colpisce la panchina rossa del parco. Pezzi usati per formare una svastica
RomaToday è in caricamento