rotate-mobile
Lunedì, 17 Giugno 2024
Grottarossa Cassia / Via Veientana

Muro crollato e scarpata pericolante: si lavora a rimozione macerie e messa in sicurezza 

Lo smottamento appena dopo Natale: per il ripristino del costone investimento di 98mila euro

Grottarossa vuole tornare alla normalità e lasciarsi alle spalle il pericolo di frane e crolli. Ha preso il via negli scorsi giorni la fase 2 dei lavori per la messa in sicurezza della porzione di parete di via Veientana che, pericolante dalla scorsa primavera, è del tutto crollata la sera del 27 dicembre. Nessuna persona o veicolo coinvolti, ma la strada è rimasta chiusa e transennata. Dopo le prime operazioni di puntellamento leggero, effettuato grazie alle somme di manutenzione ordinaria, si procede adesso con interventi di puntellamento completo, rimozione dei detriti e progettazione finale per il rifacimento della parete. 

Crollo di Grottarossa: rimozione delle macerie

Nello specifico le operazioni riguarderanno la rimozione della terra franata e delle macerie per la riprofilatura della scarpata esistente, il carico e il trasporto a discarica autorizzata delle macerie, l'installazione di un ponteggio per il contenimento del tratto franato, la stabilizzazione della scarpata sovrastante l'area di intervento, la posa di canalina di regimentazione delle acque provenienti da via Longone Sabino e la predisposizione della barriera new jersey a protezione dell'area di intervento e a salvaguardia dell'area rispetto al transito veicolare. Nello stesso periodo sarà avviata la progettazione finale per l'intervento di sistemazione definitiva del versante: lavoro che consisterà nella realizzazione di un sistema di opere di consolidamento e presidio della scarpata tra via Veientana e via Longone Sabino. 

Per il muro crollato di Grottarossa 98mila euro

“Le operazioni - ha spiegato il presidente del Municipio XV, Daniele Torquati - saranno possibili grazie allo stanziamento di 98.000 euro previsto nel piano degli investimenti e richiesto e ottenuto dopo l'approvazione del bilancio comunale. La messa in sicurezza e il definitivo ripristino del muro è una questione seria su cui in questi mesi non abbiamo mai smesso di lavorare, con un grande sforzo da parte di chi, in tutto questo tempo e in fasi diverse, è stato coinvolto nelle operazioni. Per questo ringrazio l'Assessora ai Lavori Pubblici, Luigina Chirizzi, i Vigili del Fuoco, la Ditta di Manutenzione e l'Ufficio Tecnico del Municipio per il grande lavoro svolto e ancora in corso".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Muro crollato e scarpata pericolante: si lavora a rimozione macerie e messa in sicurezza 

RomaToday è in caricamento