RomaNordToday

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Tra cani e bambini: cinghiali in libertà nel parco di Grottarossa

Gli esemplari nel verde del Parco della Pace: prosegue l'invasione degli ungulati in zona Cassia

 

In pieno giorno, quando il parco è frequentato da cani, padroni e famiglie intere. A Grottarossa, tra le colline verdi del Papacci, arrivano i cinghiali: indisturbati, per nulla intimoriti ma imprevedibili. 

Cinghiali in libertà a Grottarossa

Due i grossi esemplari che quasi ogni pomeriggio scorazzano tra vialetti e verde del Parco della Pace, a poca distanza dall'abitato, dalle installazioni ludiche dedicate ai bambini e da quei cani che sgambettano nelle aree a disposizione. L'ultimo avvistamento nella giornata di ieri quando un grosso esemplare, probabilmente alla ricerca di cibo, si è avvicinato alla rete di recinzione attirando l'attenzione dei cani in libertà che hanno iniziato ad abbaiare e guaire incessantemente. Qualche attimo di timore per chi si trovava a passeggio per il parco. 

Prima "senza parole", oggi senza soluzioni: cinghiali liberi anche nella Roma a Cinque Stelle

L'invasione dei cinghiali sulla Cassia

L'ennesimo incontro ravvicinato tra uomini e cinghiali in zona Grottarossa: li, come in tutta l'asse Cassia, non è infatti raro imbattersi in branchi e singoli intenti a varcare i confini dei parchi per scorazzare tra auto, cassonetti e addirittura tavolini dei negozi e giardini privati. 

La campagna di catture del Parco di Veio

Una problematica, quella dell'invasione di cinghiali a Roma Nord, mai risolta. Unico debole argine la campagna di catture del Parco di Veio, prevista dal piano di controllo approvato dalla Regione Lazio, attraverso la quale Guardiaparco e Servizio naturalisti catturano gli esemplari tramite le apposite gabbie. 

I cinghiali, una volta catturati vengono controllati da un medico veterinario e condotti in una azienda di allevamento fauna selvatica a scopo alimentare. "Una campagna - ha sottolineato il Parco di Veio in una nota - con risultati apprezzabili".  Eppure i cinghiali continuano a muoversi in piena libertà ovunque: è infatti fuori dai confini delle Riserve che rappresentano un potenziale pericolo. 

"Il Parco riceve segnalazioni di ogni tipo, anche della presenza di cinghiali in zone fuori Parco dove  il personale di vigilanza - tengono a sottolineare dal Veio - non può assolutamente intervenire. Nei casi di presenza di ungulati fuori dai confini dell’area protetta - incalza l'Ente Parco - è il Comune di Roma di concerto con la Regione che può operare". 

Così, tra rimpalli di competenze e soluzioni efficaci lontane, i cinghiali a Roma Nord la fanno ancora da padroni. 

 

Potrebbe Interessarti

Torna su
RomaToday è in caricamento