rotate-mobile
Mercoledì, 25 Maggio 2022
Grottarossa Cassia / Via di Grottarossa

Grottarossa: si faceva chiamare Totti, e spacciava nel parco del quartiere

L’uomo, 58enne filippino, è stato sorpreso a spacciare droga all’interno del parco della Pace, in via di Grottarossa. Conosciuto in zona con il nome del giocatore giallorosso

Si faceva chiamare Totti, ma del campione giallorosso non aveva granché. L’uomo, 58enne filippino, è stato sorpreso a spacciare droga all’interno del parco della Pace, in via di Grottarossa

A individuarlo, a seguito ad alcuni servizi di osservazione, sono stati ieri pomeriggio gli agenti del Commissariato Flaminio. I poliziotti in abiti civili hanno infatti effettuato alcuni appostamenti nella zona, per il contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti.

Notando movimenti sospetti all’ingresso del parco hanno deciso di intervenire. E testimoni di uno scambio di droga e denaro, gli agenti hanno fermato cliente e spacciatore. Il cliente è stato trovato in possesso di un involucro con all’interno dello shaboo, l’ormai nota sostanza stupefacente.

Numerose invece le dosi trovate e sequestrate, nascoste nelle tasche del pusher. Trovati inoltri 700 euro in contanti, probabile provento dell’illecita attività. All’interno della sua abitazione, sempre in via Grottarossa, i poliziotti hanno trovato altri 4.500 euro in contanti, dei quali l’uomo non ha saputo fornire la provenienza. 

Conosciuto nella zona con il soprannome di Totti, perché tifoso della Roma, lo spacciatore è stato fermato e accompagnato negli uffici di Polizia. Questa mattina, in seguito al processo per direttissima, è stato condannato a 1 anno e 8 mesi di reclusione.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Grottarossa: si faceva chiamare Totti, e spacciava nel parco del quartiere

RomaToday è in caricamento