Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Grottarossa Via di Grottarossa

Sant'Andrea, caos sul Raccordo Anulare per raggiungere l'ospedale: "Ambulanze bloccate dalle auto"

Lettera al Prefetto da parte del commissario straordinario dell'azienda ospedaliera: "Viabilità insostenibile"

Ambulanze con dentro i feriti ferme nel traffico ed impossibilitate a raggiungere l'ospedale con urgenza. A denunciare la "viabilità insostenibile" con una lettera al Prefetto, il Commissario Straordinario del Sant'Andrea, Giuseppe Caroli. "L’Azienda Ospedaliero-universitaria Sant’Andrea è esasperata. Chiediamo l’intervento del Prefetto di Roma affinché si trovi presto una soluzione condivisa che consenta di svolgere con serenità e regolarmente tutte le attività. Abbiamo dovuto scoraggiare quanti incivilmente usano le strade interne dell’ospedale per saltare la fila sulle consolari di accesso alla Capitale".

Ambulanze bloccate per andare all'ospedale Sant'Andrea

In particolare il Commissario Straordinario dell'ospedale di Grottarossa, a Roma nord, denuncia le difficoltà di circolazione intorno al nosocomio romano. La strada privata e interna all’ospedale viene utilizzata impropriamente da automobilisti come uscita del Grande Raccordo Anulare verso il centro di Roma, a danno di utenti, mezzi di soccorso e dipendenti che devono mettersi in fila per accedere al Sant’Andrea, per ricevere o prestare assistenza.

Ambulanze in coda sul Raccordo Anulare 

"Abbiamo accolto l’appello disperato di utenti e dipendenti che tutti i giorni da anni fanno lunghe code per entrare in ospedale e accedere ai servizi. Una situazione insostenibile denunciata dalla Direzione Aziendale dal 2016 – prosegue Caroli -. L’ospedale da tempo chiede l’intervento delle istituzioni municipali che tuttavia non hanno trovato una soluzione condivisa, nonostante i diversi tavoli tecnici e il finanziamento stanziato dalla Regione Lazio per una viabilità alternativa che non incida sul regolare servizio assistenziale reso dall’ospedale".

Realizzare opera viaria fondamentale

A commentare la situazione anche l'assessore alla Sanità e all'Integrazione sociosanitaria della Regione Lazio, Alessio D'Amato: "Voglio rivolgere un appello al Comune, al Municipio e all'Anas affinché si possa superare l'inerzia attuale permettendo di realizzare un'opera viaria fondamentale per l'ospedale Sant'Andrea, per l'utenza, i lavoratori ma anche per la viabilità locale. Dobbiamo in primo luogo tutelare il diritto alla salute pubblica e allo stesso tempo permettere un regolare deflusso veicolare. Per questo la Regione ha da tempo messo a disposizione i fondi per realizzare i lavori necessari". 

Esposto alla Magistratura del Codacons

Sul caso del Sant'Andrea è intervenuto anche il Codacons: "Se non sarà immediatamente risolta la situazione, presenteremo un esposto alla magistratura per i reati di blocco stradale e interruzione di pubblico servizio – spiega il presidente Carlo Rienzi –. Non è accettabile che l’accesso a una struttura sanitaria sia bloccato dall’eccessivo traffico nell’area, perché così si arreca un disagio enorme alla collettività, con i pazienti che non si riescono a raggiungere il nosocomio e perdono visite e analisi prenotate da mesi. Situazione che potrebbe aggravarsi in caso di emergenza e realizzare il concorso in lesioni od omicidio colposo nel caso in cui un’ambulanza o un’auto con un malato grave a bordo non dovesse riuscire a raggiungere in tempo l’ospedale".

Denuncia alla Procura 

“Invitiamo tutte le parti in causa, dalla direzione del Sant’Andrea all’Anas al Comune di Roma ad attivarsi oggi stesso, anche attraverso la presenza fissa di vigili urbani a regolare il traffico, per eliminare i disagi all’utenza - conclude Rienzi -: in caso contrario saranno tutti denunciati dal Codacons dinanzi la Procura". 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sant'Andrea, caos sul Raccordo Anulare per raggiungere l'ospedale: "Ambulanze bloccate dalle auto"

RomaToday è in caricamento