RomaNordToday

La scuola cade a pezzi, il Municipio risponde al Fleming in rivolta: “Su palestra in corso verifiche staticità”

Dopo la petizione di dirigenza scolastica, famiglie e associazioni di Collina Fleming dal Municipio XV la cronistoria del lavoro sul plesso in decadenza: "Attendiamo verifiche per capire quale intervento dover effettuare"

foto Google Maps

La scuola cade a pezzi, così al Fleming è rivolta di un’intera comunità. Ad accendere i malumori le pessime condizioni della Ferrante Aporti di via Antonio Serra: qui da ormai un anno gli alunni sono rimasti orfani della palestra, chiusa a fine del 2019 e mai più riaperta. 

La scuola Ferrante Aporti cade a pezzi: Fleming in rivolta

Colpa delle infiltrazioni d’acqua piovana dalla copertura del fabbricato. Nella scuola del Fleming l’attività motoria si fa solo in cortile, anche quello in parte recintato e inutilizzabile nelle giornate di maltempo. Da qui la petizione delle famiglie e di buona parte della Collina di Roma nord per chiedere al Municipio XV di intervenire. Nel mirino anche cornicioni, facciate e servizi igienici. 

Ma via Flaminia, sulla Ferrante Aporti, “sta già lavorando da tempo”. E’ il messaggio che il minisindaco Stefano Simonelli ha mandato a dirigenza scolastica, genitori e associazioni del quartiere ripercorrendo tutta la cronistoria e gli aggiornamenti sul plesso. 

Piove nella palestra della scuola: chiusa da un anno per verifiche di staticità

Al centro la palestra. Su questo fronte l’Amministrazione attende che un esperto sia incaricato di effettuare verifiche più approfondite sulle condizioni di staticità del tavolato di copertura, “l’apertura attualmente presente nel controsoffitto - ha scritto Simonelli - non deriva quindi da instabilità dello stesso ma dalle prime attività di indagine eseguite”. 

Tetto pericolante e bagni da incubo: è rivolta nella scuola del Fleming 

Le attività del professionista individuato, “che dovranno essere completate entro il 31/12/2020”, prevedono il rilievo dello stato di fatto, la verifica strutturale delle coperture e l’elaborazione dell’eventuale proposta di consolidamento. Nelle more dell’affidamento dell’incarico, anche al fine di consentire il rilievo di dettaglio della struttura, è prevista la completa demolizione del controsoffitto esistente che sarà abbattuto nelle prossime settimane.

Ma sono due gli scenari che si aprono alla Ferrante Aporti. Nel caso emerga l’idoneità strutturale delle orditure principali e del tavolato di copertura, l’intervento di manutenzione ordinaria del manto di impermeabilizzazione “potrà essere effettuato nei primi mesi dell’anno 2021”. Dunque pochi mesi e gli alunni potrebbero tornare ad avere la loro palestra: nuova, decorosa e sicura.

La scuola sottoposta a vincolo: si allungano tempi per lavori straordinari

Nel caso invece emerga la necessità di interventi di maggiore entità riconducibili alla manutenzione straordinaria della struttura nel suo complesso, “sarà possibile valutarne la fattibilità a valere sulle risorse disponibili nell’ambito dell’appalto di manutenzione straordinaria edifici, in corso di pubblicazione, oppure mediante specifica ed autonoma previsione di spesa nella annualità 2021”. Tempi certamente più lunghi e che potrebbero dilatarsi ancora di più qualora emerga anche la necessità di effettuare interventi di consolidamento, essendo l’immobile sottoposto a vincolo paesaggistico. “L’esecuzione degli interventi - dice Simonelli - potrà avere corso subordinatamente alla acquisizione dei pareri degli enti competenti e quindi è ipotizzabile uno slittamento dei lavori almeno a agosto-settembre 2021”. Palestra dunque, in questo caso, tornerebbe a disposizione degli alunni nel prossimo anno scolastico.

Cornicioni pericolanti e facciate decadenti: resta il transennamento di via Serra

Intanto si lavora anche su cornicioni e facciata esterna su via Serra. “Per garantire la pubblica incolumità, nelle more di una adeguata progettazione strutturale e in attesa del completamento del lavoro di ripristino, che ricade per complessità e tipologia tra gli interventi di manutenzione straordinaria già descritti per la copertura della palestra, si prevede di mantenere il transennamento per tutto il tratto interessato, ridotto allo stato attuale al solo marciapiede, proprio al fine di limitare il disagio sulla sede stradale. Si fa presente che il Municipio - conclude Simonelli - ha già pulito più di una volta l’area transennata, liberandola dai rifiuti gettati all’interno della stessa”. Al Fleming in rivolta non resta che attendere i tempi della burocrazia.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vigili nella bufera, Raggi guarda Report e decide di ruotare gli agenti. In bilico il comandante Napoli

  • Primark inaugura a Roma: lunghe file dalle prime ore del mattino

  • Apre Maximo Shopping Center, un nuovo centro commerciale a Roma: 160 negozi sulla Laurentina. Grande attesa per Primark

  • Roma, la mappa del contagio dell'ultimo mese: ecco i municipi e i quartieri con più casi

  • La pasticceria di Roma premiata con "Tre Torte" dal Gambero Rosso: è tra le migliori d'Italia

  • Tamponi in farmacia a Roma e nel Lazio: dove farli. L'elenco completo e gli indirizzi

Torna su
RomaToday è in caricamento