rotate-mobile
Lunedì, 23 Maggio 2022
Fleming Tor di Quinto / Corso di Francia

Corso Francia, dove sono morte Gaia e Camilla arriva la barriera anti scavalco

I lavori sul vialone di Roma nord teatro nel dicembre scorso del tragico investimento delle due adolescenti: cento metri di new jersey e rete metallica alta due metri

Niente più attraversamenti “selvaggi” e corse folli da una parte all’altra della carreggiata con tanto di salto del guard rail centrale: a Corso Francia arrivano le nuove barriere di sicurezza, quelle antiscavalco.

Corso Francia: arriva la barriera antiscavalco

Un deterrente atteso da tempo sul vialone di Roma nord dove non è raro imbattersi in percorsi azzardati fuori dalle strisce pedonali, tra auto che spesso viaggiano oltre i limiti di velocità consentiti. 

Nei mesi scorsi, dopo il tragico investimento di Gaia Von Freymann e Camilla Romagnoli, colpite dall’auto di Pietro Genovese, il moto dei residenti che attraverso petizioni ed iniziative avevano chiesto al Comune alcuni interventi per rendere Corso Francia più sicuro. 

Da giovedì i lavori dall'incrocio con via Flaminia fino al cavalcavia della Tangenziale: 100 metri circa che comprendono anche il tratto in cui hanno perso la vita le due adolescenti del Fleming. 

Ponte pedonale e rete antiscavalco: così Corso Francia vuole evitare gli attraversamenti “selvaggi”

Corso Francia: rete metallica contro gli attraversamenti folli

“Il piano lavori prevede la sostituzione del vecchio guardrail in metallo con dei new jersey in cemento sopra i quali sarà posizionata una rete grigliata. La nuova barriera di sicurezza sarà alta circa 2 metri e non sarà pertanto scavalcabile, contribuendo così a ridurre potenziali situazioni di pericolo per pedoni e automobilisti” - ha specificato l’assessora alle Infrastruture di Roma Capitale, Linda Meleo. Due settimane la stima della durata dei lavori.

Ma a Corso Francia non solo barriera antiscavalco: il Comune ha in programma l’installazione di nuovi impianti semaforici e una riqualificazione complessiva della segnaletica stradale. “Questo primo pacchetto di azioni da mettere sul campo sono il frutto di un tavolo di lavoro aperto presso l'assessorato alle infrastrutture, con la partecipazione del Presidente, Assessore e tecnici del Municipio XV, dei dipartimenti lavori pubblici e mobilità e della polizia locale, per l'analisi delle istanze provenienti dai cittadini e dai comitati di quartiere. Un lavoro partecipato che siamo certi - ha concluso Meleo - migliorerà gradualmente la vivibilità della zona”. 
 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Corso Francia, dove sono morte Gaia e Camilla arriva la barriera anti scavalco

RomaToday è in caricamento